Ciao a tutti!

Oggi contrariamente al mio solito sarà un articolo un po’ lungo e discorsivo, perchè devo raccontarvi questa esperienza fatta ormai 2 mesetti fa grazie a Saal-Digital.

Saal-Digital è un’azienda che offre servizi online di stampa foto, fotolibri e molti altri prodotti, sia per privati che soprattutto per professionisti del settore; dopo aver provato vari siti che offrono il servizio di stampa foto (facendo molti album scrap ne stampo parecchie) sono arrivata per caso al loro sito, e da qualche anno stampo le mie foto con loro.

Qualche mese fa Saal-Digital offriva un buono per l’acquisto a prezzo scontato di un loro fotolibro, in cambio di una recensione del prodotto sul proprio blog. Ne ho fatto richiesta, hanno accettato, e ora finalmente sono qui a parlarne con voi.

Fine delle premesse, noiose ma necessarie per inquadrare la situazione :)

Avevo giusto giusto un album di poco conto da preparare, ehm, le cui foto stagnavano lì da anni in attesa di essere considerate…quelle del viaggio di nozze! :D

E così mi sono messa all’opera, ormai conosco un po’ il software di Saal-Digital ma più per la parte di stampa foto, per i fotolibri non tanto…tuttavia si è rivelato abbastanza intuitivo; si può scegliere fra 3 diverse modalità di composizione dell’album, dalla più rapida totalmente automatica, a quella che ho scelto io (ovviamente qui le cose semplici mai!) manuale, da zero, totalmente personalizzabile.

Dopo le prime 2-3 pagine d’album ci ho preso la mano e mi sono abbastanza velocizzata. Puoi scegliere di posizionare le foto a mano libera, di sfruttare dei layout precaricati nel programma, o di creartene di tuoi da salvare e riutilizzare.

 

il progetto (per mia fortuna!) si può salvare e riprendere in mano tutte le volte che vuoi; mi ci sono volute alcune serate di lavoro per terminarlo, le foto erano veramente tante :)


Ma passiamo alla parte interessante, quella che in realtà mi è stato chiesto di recensire…quanto detto finora è solo una mia iniziativa :)

La realizzazione da parte loro è stata abbastanza rapida, l’album è arrivato dopo circa 10-12 giorni dall’ordine, che sono pochi se considerate che spediscono dalla Germania, per cui 3-4 giorni lavorativi sono da considerarsi di spedizione.

Il fotolibro è della linea Professional Line; è totalmente personalizzabile, si possono scegliere il formato, il rivestimento della copertina, l’eventuale scatola (non obbligatoria, è un extra), il rivestimento della scatola, il numero di pagine (che comunque il software ti suggerisce in base al numero di foto che vengono caricate).

La nostra scelta è ricaduta sul formato 30×30 (epppppoteva essere diversamente?! :D); per la copertina abbiamo scelto l’opzione con la foto in metacrilato sul fronte, mentre il dorso e il retro rivestiti in effetto legno grigio talpa. Si può scegliere tra stampa lucida e opaca e noi abbiamo optato per l’opaca (puro gusto personale). Inoltre abbiamo voluto anche la scatola, e per questa abbiamo scelto il rivestimento in lino naturale più pelle nera.

E’ arrivato in una scatola, ben imballato e al sicuro, e dentro ad una foderina di tnt dove lo conservo tutt’ora, così evito che la scatola prenda polvere :)

Appena aperto ho subito apprezzato la fattura della scatola, che ad essere sincera avevo trovato piuttosto costosa. Ma devo riconoscere che è perfetta, per cui alla fin fine sono stata contenta di averla ordinata.

La scatola ha all’interno un nastro di raso (quello che si vede uscire nella foto qui sopra) per sollevare facilmente l’album (è stata una chicca molto apprezzata perchè altrimenti starei lì ogni volta a “raspare” come un gatto per prenderlo fuori) :D

E arriviamo all’album…

La scelta della foto (anzi delle foto, sono 2) in copertina è stata azzeccatissima, mi piace molto…se proprio vogliamo trovare il pelo nell’uovo, ho notato che questo pannello di metacrilato è un po’ “affilato” per i miei gusti, forse avrei preferito gli spigoli leggermente più smussati. Ma ciò non cambia la sostanza, questa copertina è veramente d’effetto!

Passiamo all’interno; le pagine si aprono totalmente (i signori di Saal-Digital mi perdoneranno ma io non sono una professionista del settore fotografia e quindi non so il nome tecnico di questa tipologia di pagine, cerco di spiegarmi con parole semplici); questo per me è un fattore molto importante perchè spesso negli album, e anche in questo, metto delle foto panoramiche che prendono l’intera larghezza dell’album aperto, cosa che spesso viene un po’ penalizzata nella rilegatura “tradizionale”; avevo già apprezzato questa tipologia di rilegatura nell’album che il fotografo ci realizzò per il matrimonio (che non so da chi sia stato prodotto), e sono stata molto contenta di averla ritrovata anche qui: le panoramiche di New York e del mare dei Caraibi sembrano davvero dei quadri, in cui tuffarsi con gli occhi!

I colori sono fedelissimi alle foto, belli e brillanti; la qualità di stampa è ottima anche nelle foto più grandi, per le quali onestamente temevo un po’…le foto che ho inviato erano state esportate tutte a 5 megapixel e non hanno dato nessun problema; anche quelle che occupavano un’intera pagina 30×30 (vedi nel collage qui sopra la fotina in alto a destra con Time Square) hanno una definizione perfetta.

La stampa satinata di Saal-Digital era già la mia preferita nella normale stampa foto e qui si è riconfermata…mentre spesso con i concorrenti trovavo la stampa satinata un po’ “granulosa”, con loro ho finalmente scoperto una stampa sì satinata, ma con un effetto davvero liscio e setoso, che non ha nulla da invidiare alla stampa lucida.

Le pagine sono belle sostenute, anche se per un album così grande forse me le ero immaginata ancora più spesse.

Cos’altro dire…adoro il mio album e l’esperienza è stata più che positiva…ma sinceramente non avevo dubbi, quest’azienda è sempre una garanzia.

Ci tengo a sottolineare senza imbarazzo (mi piace essere chiara e schietta) che il buono che mi ha permesso di acquistare il fotolibro ad un prezzo scontato l’ho ricevuto a priori, al momento dell’ordine, quindi indipendentemente da quello che poi successivamente avrei scritto del loro prodotto…questo per farvi capire che la mia recensione è libera da qualsiasi “vincolo venale” che si potrebbe dedurre erroneamente. :)

Concludo spendendo 2 parole (anche se non dovute) sul servizio di stampa foto di Saal-Digital, che come ho accennato all’inizio, uso da diversi anni…e proprio perché lo conosco e uso da tempo mi fa piacere sottolinearlo e nel mio piccolo farlo conoscere.

Innanzi tutto per il rapporto qualità-prezzo delle stampe, che sì, hanno un prezzo leggermente più alto della media, ma la qualità è di gran lunga superiore a tanti concorrenti molto più conosciuti. In secondo luogo mi ha conquistato il loro software, e qui mi rivolgo in particolare a chi come me fa scrapbooking e spesso ha l’esigenza di stampare foto di misure particolari o fare dei collage. Il loro software è il migliore che io abbia trovato finora, mi permette di fare agevolmente dei collage anche di molte foto, stampando qualsiasi dimensione io voglia, e allo stesso tempo risparmiando sul numero di stampe (e di conseguenza eurini).

Quindi sono stata ben contenta di poter avere questa opportunità e portare nel mio piccolo, sul mio blog, questa azienda che a mio avviso lavora benissimo e magari a qualche altra invasata di scrap può interessare conoscere :)

E’ tutto, spero di non avervi troppo annoiato, e perdonatemi per la “genuinità” della recensione…ma non sono avvezza a fare queste cose :)

Ciao a tutti, e tranquilli…dal prossimo articolo torno telegrafica come sempre! :D

Francesca

 

Ciao a tutti e Buona Pasquetta!

Sono vivaaaa, sono vivaaaa! :)

Con oggi devo dire che questa quarantena sta facendo davvero miracoli…un ritorno al blog :D

Lo so, il blog è abbandonato a sé stesso da quasi 2 anni, anche se ogni tanto riesco a fare qualche piccolo lavoretto…il tempo libero è poco (per non dire nullo), e quel poco lo sfrutto per scrappare (o per dormire…si chiama sopravvivenza, chi ha figli penso mi capirà, io l’ho scoperto da 15 mesi a questa parte :D ), con la conseguenza che il blog resta lì inattivo; mi dispiace veramente tanto…

Perciò ora proverò ad aggiornare ogni tanto, voglio provarci! Sicuramente non sarò regolare, magari evito di dilungarmi in tanti discorsi, dò precedenza alla pubblicazione delle foto, almeno per tenere vivo questo spazio e non rimanere troppo indietro con i lavori fatti e mai pubblicati. Poi se arriveranno tempi migliori, magari per fare articoli più discorsivi o perchè no mettere in piedi qualche tutorial….tanto meglio :)

Oggi quindi per riprendere il ritmo, parto con quella che è la mia ossessione da un po’ di mesi a questa parte…i mini album! Questo è un mini realizzato la scorsa estate in occasione di una sfida organizzata da Elena Sanna (ImmagineLab):


L’album ahimè è venuto un po’ troppo cicciottoso, ho fatto male i conti per l’altezza del dorsino rispetto alla quantità di foto e carte che ho inserito; è un errore un po’ ricorrente questo nei miei album…ma sto imparando… :)

un po’ di foto dell’interno…
tasche, alette e spazi vari…l’album è fatto con cartoncino nero, per cui ho aggiunto sotto a ciascuna foto un cartoncino bianco per creare la mattatura, perchè non amo le foto posizionate direttamente sul nero, preferisco il contorno bianco perchè mi sembra meglio rifinita la foto… …e niente! Questo è quanto!

Non ho vinto la sfida ma mi sono divertita molto a partecipare! :) Ancora adesso quando posso cerco sempre di partecipare alle sfide che organizza Elena o se proprio non riesco a partecipare mi guardo la diretta e poi successivamente cerco comunque di realizzare un progettino con le stesse indicazioni…è comunque un modo per fare esercizio ed imparare sempre qualcosa di nuovo!

Bene, spero di non far passare altri 2 anni per il prossimo articolo, chi lo sa :D …

Ciaoooo

Francesca

Ciao a tutti!

Oggi quanto ho aperto il blog e ho visto la data dell’ultimo articolo pubblicato, mi è preso un accidente!

12 luglio?! Ma è quasi 1 mese e mezzo!

Ero così bravina, ero riuscita a prendere il ritmo di all’incirca un articolo a settimana, poi mi sono lasciata andare :)

Non ho nemmeno augurato il “buone vacanze” a chi passa di qui! Lo farò ora, spero sia apprezzato lo stesso il pensiero :)

Per me ormai le vacanze sono finite, siamo rientrati l’altro ieri da una bella vacanza in Spagna (Catalogna e Aragona), della quale spero di stampare presto le foto per fare l’album (ok ok lo dico ogni anno e poi non lo faccio, non ci credo più nemmeno io); lunedì ahimè ci sarà anche il traumatico rientro in ufficio, ma ho già tanti progettini sulla brace per settembre, a partire da una serie di ordinazioni di bomboniere per il canile, e tante altre novità…per cui spero di tornare presto attiva anche sul blog con qualche nuovo contenuto.

Per ora buone vacanze a chi ancora le sta facendo o le deve fare, e buon rientro a chi come me si appresta a tornare al solito tram tram! :)

Ciaoooo

Francesca

Ciao!

Lo so, questo minialbum lo avevo già pubblicato molto tempo fa, precisamente a maggio dell’anno scorso…si tratta di un bellissimo progetto di SteCreazioni realizzato ad un meeting ASI Emilia Romagna (qui trovate il vecchio post).

Ma lo avevate visto senza foto..Ora finalmente, così come per gli altri che avete già visto, è arrivato il momento anche per lui di ospitare delle foto, e l’occasione è quella di un week end fatto con mio marito nelle bellissime campagne toscane di San Giminiano e Volterra :) I colori così tenui e un po’ “acquerellosi” mi riportavano molto alla primavera, periodo in cui queste foto sono state scattate…da qui la mia scelta. E quale giorno migliore per pubblicarlo, se non oggi, primo giorno di primavera (anche se viste le temperature di questi giorni non si direbbe…)? :)
Questo mini era già bello di suo c’è poco da dire, ma completo di foto finalmente lo sento proprio mio :)

Mi è piaciuto molto lavorare su un album a fondo nero, cosa a cui mi sto abituando solo in questi ultimi tempi perchè di solito i miei lavori strano sempre su fondo bianco o chiaro… devo ammettere che le foto risaltano veramente tanto; in questo caso Stefania ci ha anche fatto mettere sotto ad ogni foto del cartoncino bianco per creare la mattatura, che rende il tutto molto più completo e rifinito.Veramente un bellissimo progetto, e portato a casa praticamente finito!

Ohhhhhhhh, e con questo dovrei aver concluso gli album arretrati da farvi vedere; ora devo proprio decidermi a stampare altre foto per completare quelli che sono lì in stand by :)

Alla prossima! :)

Francesca

Ciao a tutti, e bentornati!

Con una bella influenza che mi sta tenendo tappata in casa da domenica, solo oggi riesco finalmente ad aggiornare il blog senza che mi scoppi la testa…prima infatti con la febbre alta non riuscivo proprio a fissare niente di luminoso per un periodo sufficientemente lungo da scrivere un articolo; ora i disturbi maggiori sono altri, il febbrone over 39 spero per stavolta di averlo archiviato in via definitiva :)

Torno a parlare di mini album, ma ahimè non quelli realizzati al Nazionale ASI perchè devo ancora completarli (e chi ha visto i miei precedenti post sa che sarà una cosa lunga); vi parlo di un album dalla struttura molto semplice, ma bello cicciottone…quello realizzato per la mini vacanza fatta a Napoli per il ponte dell’Immacolata 2016.

Non eravamo mai stati a Napoli e devo dire che ci è piaciuta tantissimo, in più complice un sole stupendo che sembravano giornate di primavera anziché l’8 di dicembre…è inutile che velo dica, abbiamo scattato un sacco di foto :)

Come potete vedere da queste prime foto sta per esplodere, tanto che ho dovuto costruirgli una fascetta che lo contenga un po’ quando lo ripongo…non è che mi piaccia molto la fascia, ma se lo lascio senza rimane veramente troppo aperto, una cosa inaccettabile :)Per la struttura ho usato un semplicissimo album nero a spirale di Stamperia acquistato tantissimo tempo fa e mai utilizzato perchè gli album a fondo scuro non sono mai stati la mia passione. Poi negli ultimi mesi mi sono un po’ ricreduta sul nero… e stavolta è arrivato finalmente il suo turno :)

Come carte invece ho utilizzato la collezione “Viaggi Vintage” di ModaScrap, che invece mi piace tantissimo!

Alle carte ho aggiunto qualche abbellimento tagliato con la Cameo, qualche fustellata, un washi marrone a pois bianchi e dei piccoli stickers di Maggie Holmes che mi sono divertita a mettere qua e là sulle foto; infine ho stampato su cartoncino bianco qualche frase che raccontasse alcuni momenti del viaggio.E’ tutto, io e il mio album straripante vi salutiamo, e spero al prossimo articolo di essere un po’ più in forma!! :D

Francesca

Bentornati!!!

Sono ancora un po’ con gli occhi a cuoricino per il meeting nazionale, che come sempre è stato all’altezza delle aspettative; 2 giorni in cui ho rivisto un sacco di persone che lo scrap mi ha permesso di conoscere, un sacco di ragazze nuove che con tanto entusiasmo si avvicinano a questo hobby, e poi bellissimi corsi, shopping…come al solito torno a casa stra-carica, ma non tanto per le valigie quanto stra-carica dentro, di entusiasmo, di voglia di scrappare…di fare di più :)

Ovviamente tutto quanto si riassume in un’unica parola…GRAZIE! Grazie a tutti quelli che si sono adoperati , ognuno a suo modo, alla realizzazione di questo evento…è solo grazie a queste persone che mettono a disposizione il loro tempo e le loro risorse se tutto ciò è possibile!

Ma torniamo a noi…e quindi torniamo ai minialbum fatti nel corso dei vari meeting 2017 e che finalmente sono riuscita a completare! Anche perchè dal Nazionale mi porto a casa altri 2 bellissimi minialbum, per cui bisogna assolutamente smaltire i vecchi per fare spazio ai nuovi :DQuello di oggi è il mini realizzato con Tommy e precisamente per provare la sua (a suo tempo) grandissima novità, lo StoffaFix! Un prodotto veramente pratico che serve per irrigidire la stoffa e farla diventare lavorabile più o meno come la carta.

Il grande vantaggio di questo prodotto è che ti permette una volta pronta di poter fustellare la stoffa senza che si sfilacci, esattamente come se fosse carta…davvero comodo!Oltre a questo prodotto abbiamo usato gli stencil e i colori di Tommy, di cui non devo raccontarvi proprio niente, perchè tutte li conosciamo e sappiamo di che meraviglia si tratta! :)L’album era abbastanza semplice ma molto carino, contenendo poche foto (hehehe big problem) l’ho utilizzato per una gita di un giorno fatta a Firenze…era una giornata non proprio bellissima, anzi a tratti proprio uggiosa, e quindi i colori delle foto secondo me si abbinavano bene a questo grigio fantastico che Tommaso ci ha fatto usare.A casa oltre alle foto ho decorato con le fustellate che mi ero fatta durante il meeting, aggiunto qualche enamel dots, e chiuso esternamente con un nastro “non previsto” dal progetto :)

Che dire, Tommy è una garanzia, e durante i suoi corsi ci facciamo sempre un sacco di risate! Grazie ancora!

Ciaoooo!

Francesca

Ciao a tutti!

Che bello, sto preparando la valigia per la trasferta….anche quest’anno è finalmente arrivato il meeting nazionale ASI e io non vedo l’ora che sia domani mattina per essere su a Verona immersa in questi 2 giorni, densissimi di scrap, di chiacchiere, risate shopping ed entusiasmo :)

Intanto oggi, con molto piacere vi mostro un minialbum…sono i miei preferiti ma non prendendomi il tempo di selezionare le foto da stampare ahimè non riesco mai a farli/concluderli, soprattutto quelli delle vacanze estive che richiedono una lunga selezione tra le migliaia di foto che scattiamo :)

Questo mini lo abbiamo realizzato ad un meeting ASI Emilia Romagna lo scorso anno, è un progettino della bravissima Francesca Biancon…come al solito con le mie personalizzazioni del caso :)

Si sa, io ho sempre difficoltà con i mini che contengono”poche” foto, perchè ne scatto sempre un sacco, e meno foto posso stampare, più la selezione diventa lunga e difficile :)

Così rispetto al progetto originale proposto da Francesca, ho fatto una piccola aggiunta per riuscire a contenere 4-5 foto in più…pur cercando di non stravolgere la struttura dell’album perchè mi piaceva così com’era :)

A dirla tutta l’album lo avevo completato a casa poco dopo il meeting, ma è stato per qualche mese in attesa delle foto…che finalmente sono arrivate!

Durante il periodo natalizio ho avuto tempo di selezionare un po’ di foto di viaggetti vari dell’anno, e così sono riuscita a completare questo e altri 3 mini che vi farò vedere prossimamente!Le foto forse non si addicono molto alle fantasie delle carte, ma ho scelto di usare questo minialbum per le mini-ferie fatte quest’estate in Toscana con mia mamma…a lei piace molto il giallo e le fantasie floreali in genere, quindi questo mini volevo regalarlo a lei, da qui la scelta di metterci le foto della nostra mini vacanza, anche se lo vedevo più adatto ad esempio a foto con il mare (tutto mini, haha) :)

E’ stato molto divertente da realizzare, e uno dei pochi in cui il risultato mi soddisfa molto…chissà forse perchè ho usato le carte proposte nel kit del corso, che sono abbastanza distanti dal genere di fantasie che solitamente compro e uso? In effetti a volte bisognerebbe andare un po’ al di fuori delle proprie abitudini, magari ne esce qualcosa di buono…che dite voi?

Grazie a Francesca Biancon per questo graziosissimo progetto!

Arrivederci a dopo il Nazionale!

Francesca

Rieccoci!

Ma sì dai, sono stata bravina, forse ce la faccio a riprendere il ritmo di un articolo a settimana… :)

Sempre restando sul tema delle vacanze, oggi voglio farvi vedere il mio primo timido tentativo di midori, o per lo meno di copertine che somigliano a quelle di una midori.

Le midori come saprete meglio di me sono queste meravigliose agendine/quadernetti/diari che tanto stanno andando di moda ultimamente…su internet si trovano dei veri capolavori, io per esempio adoro le Manudori, non ho ancora avuto il piacere di acquistare una di queste creature della Manu ma prima o poi spero di concedermene una perché sono davvero fantastiche, e infatti in un certo senso ho cercato di ispirarmi alle sue nel realizzare i miei 2 “esperimenti” :)

Come ogni anno ho preparato con un file molto semplice fatto da me, un quadernino con una pagina per ogni giorno di viaggio, dove annoto i posti visitati, dove e cosa abbiamo mangiato, il meteo, i mezzi utilizzati, etc; questo mi è molto utile quando dopo a distanza di tempo vado a fare l’album di foto, per ricordare velocemente i nomi di luoghi, spiagge, etc e gli spostamenti fatti.

Inoltre tra una pagina e l’altra che incollo tra loro per formare il quadernino, lascio sempre lo spazio interno aperto (praticamente le incollo solo i bordi) in modo tale che tra una pagina e l’altra si crea una sorta di “tasca” dove metto biglietti e scontrini vari della giornata.

Generalmente a questo quadernetto faccio una copertina fissa, quest’anno invece ho preparato una copertina plastificando un foglio di carta patterned (quella verde a fiori), l’ho forata ho fatto girare un elastico con il sistema delle midori, infine ho infilato il quadernino nella copertina!

Devo dire che è stata veramente comoda, perché l’elastico che gira anche esternamente mi ha permesso di tenere sempre chiuso il quadernino evitandomi di perdere qualcosa per strada o avere in giro scartoffie per la borsa!

Ovviamente in questa maniera la copertina sarebbe riutilizzabile, perché basta sfilare il quaderno e inserirne uno nuovo…chissà…magari l’anno prossimo la riutilizzo o se nel frattempo mi sarò ulteriormente impratichita ne farò una più carina :)

La seconda invece è una copertina stile midori ma fatta per diventare un porta documenti. Anche qui ho plastificato un foglio di carta patterned e ne ho rinforzato la costa con un giro di washi tape largo, dentro e fuori. All’interno invece se notate l’elastico è “interrotto” a metà copertina, volutamente, per creare 2 zone dove infilare le stampe delle varie prenotazioni degli hotel; infine nell’interno delle facciate della copertina ho incollato 2 rettangoli di carta a formare 2 tasche, che mi sono servite per metterci i biglietti dei voli aerei e la prenotazione del noleggio auto.

E’ stato veramente comodo, avevo sempre tutte le prenotazioni a portata di mano e penso che lo userò anche per i prossimi viaggi :)

Non posso che consigliarvele, tra l’altro se non avete molte pretese come me sono davvero semplici da fare, ma in compenso utilissime!

Ciaooo

Francesca

Ciao, e bentornati sul blog!

La pausa estiva si è prolungata più del previsto, non perché sia stata in vacanza finora (magari!) ma perché da quando sono rientrata non mi ero ancora presa il tempo di scrivere articoli per il blog fino ad oggi, nonostante abbia lì un po’ di lavoretti vari da mostrare.

Infatti spulciando tra le foto del cellulare mi sono accorta di aver tralasciato dalla pubblicazione diversi lavoretti, o almeno credo…spero di non pubblicare la stessa cosa oltretutto in 2 articoli diversi, conoscendomi sarei capace anche di questo! :)

Quindi quello di oggi (sperando di non averlo già pubblicato tempo fa) è il travelbook che ho preparato quest’anno per mia cugina, una tradizione che ormai porto avanti da alcuni anni perché so che le piace portare in vacanza con sé qualcosa dove riporre tutti i suoi biglietti, appunti, etc.

Ho recuperato la copertina di una vecchia agenda perché mi piaceva molto la tonalità di azzurro; queste sono alcune foto di come ho decorato l’esterno:

All’interno invece ho utilizzato una facciata per il blocco note, i post it e una striscia di carta alla quale ho fissato delle graffette per eventuale necessità; nell’altra facciata invece una tasca dove riporre mappe o altri documenti.Al centro ho fissato invece una busta trasparente di quelle da pocket letter (le stesse che si usano per le figurine diciamo, quindi formato A4 diviso in 9 taschine), utile per conservare piccole cose, tipo scontrini, piccoli biglietti, etc.E’ tutto per oggi, spero di riprendere il ritmo con gli articoli e quindi, ottimisticamente…a presto! :)

Francesca