, , ,

Le mie prime Midori

Rieccoci!

Ma sì dai, sono stata bravina, forse ce la faccio a riprendere il ritmo di un articolo a settimana… :)

Sempre restando sul tema delle vacanze, oggi voglio farvi vedere il mio primo timido tentativo di midori, o per lo meno di copertine che somigliano a quelle di una midori.

Le midori come saprete meglio di me sono queste meravigliose agendine/quadernetti/diari che tanto stanno andando di moda ultimamente…su internet si trovano dei veri capolavori, io per esempio adoro le Manudori, non ho ancora avuto il piacere di acquistare una di queste creature della Manu ma prima o poi spero di concedermene una perché sono davvero fantastiche, e infatti in un certo senso ho cercato di ispirarmi alle sue nel realizzare i miei 2 “esperimenti” :)

Come ogni anno ho preparato con un file molto semplice fatto da me, un quadernino con una pagina per ogni giorno di viaggio, dove annoto i posti visitati, dove e cosa abbiamo mangiato, il meteo, i mezzi utilizzati, etc; questo mi è molto utile quando dopo a distanza di tempo vado a fare l’album di foto, per ricordare velocemente i nomi di luoghi, spiagge, etc e gli spostamenti fatti.

Inoltre tra una pagina e l’altra che incollo tra loro per formare il quadernino, lascio sempre lo spazio interno aperto (praticamente le incollo solo i bordi) in modo tale che tra una pagina e l’altra si crea una sorta di “tasca” dove metto biglietti e scontrini vari della giornata.

Generalmente a questo quadernetto faccio una copertina fissa, quest’anno invece ho preparato una copertina plastificando un foglio di carta patterned (quella verde a fiori), l’ho forata ho fatto girare un elastico con il sistema delle midori, infine ho infilato il quadernino nella copertina!

Devo dire che è stata veramente comoda, perché l’elastico che gira anche esternamente mi ha permesso di tenere sempre chiuso il quadernino evitandomi di perdere qualcosa per strada o avere in giro scartoffie per la borsa!

Ovviamente in questa maniera la copertina sarebbe riutilizzabile, perché basta sfilare il quaderno e inserirne uno nuovo…chissà…magari l’anno prossimo la riutilizzo o se nel frattempo mi sarò ulteriormente impratichita ne farò una più carina :)

La seconda invece è una copertina stile midori ma fatta per diventare un porta documenti. Anche qui ho plastificato un foglio di carta patterned e ne ho rinforzato la costa con un giro di washi tape largo, dentro e fuori. All’interno invece se notate l’elastico è “interrotto” a metà copertina, volutamente, per creare 2 zone dove infilare le stampe delle varie prenotazioni degli hotel; infine nell’interno delle facciate della copertina ho incollato 2 rettangoli di carta a formare 2 tasche, che mi sono servite per metterci i biglietti dei voli aerei e la prenotazione del noleggio auto.

E’ stato veramente comodo, avevo sempre tutte le prenotazioni a portata di mano e penso che lo userò anche per i prossimi viaggi :)

Non posso che consigliarvele, tra l’altro se non avete molte pretese come me sono davvero semplici da fare, ma in compenso utilissime!

Ciaooo

Francesca

, , ,

Travel journal Formentera

Ciao, e bentornati sul blog!

La pausa estiva si è prolungata più del previsto, non perché sia stata in vacanza finora (magari!) ma perché da quando sono rientrata non mi ero ancora presa il tempo di scrivere articoli per il blog fino ad oggi, nonostante abbia lì un po’ di lavoretti vari da mostrare.

Infatti spulciando tra le foto del cellulare mi sono accorta di aver tralasciato dalla pubblicazione diversi lavoretti, o almeno credo…spero di non pubblicare la stessa cosa oltretutto in 2 articoli diversi, conoscendomi sarei capace anche di questo! :)

Quindi quello di oggi (sperando di non averlo già pubblicato tempo fa) è il travelbook che ho preparato quest’anno per mia cugina, una tradizione che ormai porto avanti da alcuni anni perché so che le piace portare in vacanza con sé qualcosa dove riporre tutti i suoi biglietti, appunti, etc.

Ho recuperato la copertina di una vecchia agenda perché mi piaceva molto la tonalità di azzurro; queste sono alcune foto di come ho decorato l’esterno:

All’interno invece ho utilizzato una facciata per il blocco note, i post it e una striscia di carta alla quale ho fissato delle graffette per eventuale necessità; nell’altra facciata invece una tasca dove riporre mappe o altri documenti.Al centro ho fissato invece una busta trasparente di quelle da pocket letter (le stesse che si usano per le figurine diciamo, quindi formato A4 diviso in 9 taschine), utile per conservare piccole cose, tipo scontrini, piccoli biglietti, etc.E’ tutto per oggi, spero di riprendere il ritmo con gli articoli e quindi, ottimisticamente…a presto! :)

Francesca

, , , , ,

Mini album nazionale

Bentornati!

Come vi avevo anticipato prosegue la carrellata “anomala” di minualbum, che sono riuscita a completare nelle scorse settimane :)

Quello di oggi è il mini album realizzato al meeting nazionale ASI e precisamente al corso di Alessandra Piras…mi sa che sono l’ultima a far vedere ancora qualche lavoro frutto dei corsi del nazionale, che scandalo che sono!

La struttura dell’album è molto bella, e questo cartoncino bianco che era in dotazione nel kit con il quale abbiamo realizzato lo scheletro mi è piaciuto un sacco, perchè nonostante il suo spessore tutto sommato ridotto, risulta bello sostenuto e per nulla debolino.

Rispetto al progetto originale ho fatto solo 2 piccole variazioni; la prima riguarda la decorazione della copertina, che ho chiaramente personalizzato rispetto all’originale; la seconda invece riguarda la pagina centrale, dove nel progetto di Alessandra era presente una sola foto, mentre io ho incollato un piccolo inserto che si apre a libro per riuscire a farci stare 3 foto.

Qui sopra invece vi mostro una carrellata di foto della terza pagina dell’album, che è quella più corposa, con un piccolo “libricino” composto da varie pagine di foto e decorazioni

Che dire, il progettino è stato davvero interessante e mi ha dato molta soddisfazione…tra l’altro se avessi avuto le foto con me durante il corso probabilmente sarei riuscita praticamente a completarlo!

Dopo a casa il lavoro è stato abbastanza semplice, una volta stampate le foto l’ho terminato rapidamente.

Alla prossima!

Francesca

, , ,

Album Trento

Ciao a tutte/i!

Questo periodo appena trascorso di feste/ponti mi ha permesso finalmente di avere un po’ di tempo per fare quello che ahimè non riesco mai a fare…dedicarmi ai miei album di foto.

L’album (enorme) delle vacanze in Grecia 2015 si può dire terminato, e finora era l’unico al quale ero riuscita a lavorare, a singhiozzi, in questi mesi…prima o poi riuscirò anche a fare qualche foto per farne un articolo!

Ma ora finalmente sono riuscita a fare ben altri 2,5 minialbum (2,5 perchè il terzo realmente è ancora in lavorazione…ma a buon punto, hehe)! Così tanti non perchè sia diventata un fenomeno, ma perchè la struttura degli album per lo più era già fatta (frutto di corsi ai meeting ASI, etc), quindi si trattava davvero solo di stampare le foto, incollarle e abbellire.

In più ho scelto foto di piccole gite fuori porta o viaggetti di pochi giorni, perchè se devo mettermi a selezionare le foto delle vacanze estive (o del matrimonio e del viaggio di nozze che sono ancora lì…) sono sempre migliaia e anche la sola selezione delle foto da stampare mi richiede già un sacco di tempo.

Questo è il primo, ho fatto un mini sulla gita fatta lo scorso dicembre con mia mamma a Trento e Levico, per i mercatini di Natale.

La struttura dell’album è stata realizzata ad un corso tenuto da Elena Bianconi ad un meeting ASI di parecchio tempo fa! Ce ne ho messo di tempo, ma l’album era davvero carino e volevo trovare per lui il giusto uso, e non sprecarlo con delle foto “a caso” tanto per farlo.Rispetto al progetto originale io l’ho arricchito con qualche lembo apribile per farci entrare più foto, perchè non ho resistito e ne ho stampate molte di più di quelle che doveva contenere originariamente :)

Come abbellimenti ho riproposto degli “schizzi” fatti con il Distress Stain come da progetto originale…io non ne ho avuto abbastanza e ne ho fatti altri che poi ho punchato con una formina tonda e incollati qua e là :)

Poi qualche sentiment in legno di Yuppla Craft, e il testo scritto con la cara vecchia Dymo manuale, quella con il nastro nero a impressione…non so, ma a me il suo effetto mi piace tutt’ora.

Spero che vi sia piaciuto, l’album è davvero carino e consiglio alle socie ASI di andare nelle vecchie dispense a cercarlo!

Al prossimo album :)

Francesca

, ,

Travel book Sardegna

Bentornati!

In realtà, come (penso) molti altri, sono tornata da parecchio, le ferie ahimè sono ormai un ricordo lontano anche se la bella stagione quest’anno sembra regalarci un settembre ancora molto estivo…

ma per il blog la pausa è stata un po’ più lunga, la ripresa delle attività è ufficialmente oggi…tra l’altro noto ora ad un mese e un giorno dal post con cui ci siamo salutati prima delle vacanze, senza farlo apposta! :)

img_4866-1Dunque, travel book Sardegna…no, non avete sbagliato a leggere, e nemmeno ricordate male, perchè noi siamo stati in Grecia (ricorderete il mio ultimo post…); ma l’album delle nostre vacanze verrà alla luce chissà quando…sto ancora lavorando a quello dell’anno scorso, senza considerare tutti gli arretrati che ho dagli anni precedenti (viaggio di nozze, etc etc)! :(

In verità questo progettino non è mio, l’ho fatto per mia cugina che è stata in Sardegna, ecco svelato l’arcano :)img_4867Anche lei come me ama raccogliere, oltre alle foto, tanti ricordi di viaggio…biglietti, scontrini, insomma le cosiddette “memorabilia”; e ogni anno da tradizione le preparo un piccolo notes dove raccogliere tutte queste cose, oltre ai suoi appunti e ricordi di viaggio.

img_4868Quest’anno ho optato per una struttura che avevo già testato lo scorso anno per un minialbum, e che mi piace tantissimo. E’ un libretto all’apparenza piccolo, ma man mano che si apre si scoprono un sacco di spazi tanto che alla fine risulta molto più capiente di quello che sembra!

img_4871Io in particolare ho previsto 2 tasche e una busta trasparente dove poter raccogliere i memorabilia, un lembo che nasconde un piccolo bloc notes e dei post it, e per il resto tante paginette più o meno grandi dove scrivere o attaccare foto.

img_4869Come colori ho usato i toni del giallo acceso, azzurro tenue e beige, una palette che all’inizio mi destava qualche perplessità, difficilmente uso un gioallone come questo, ma alla fine mi ha convinto..img_4870Per la decorazione ho usato degli abbellimenti stampati da me e un washi tape che mi piace tanto perchè è una mappa, quindi per tutto ciò che ha come tema i viaggi è perfetto, e visti i colori si adatta davvero su tutto; anche gli abbellimenti sono davvero carini, è un file gratuito di qualche anno fa di Simple Stories (qui il link dove potete scaricarlo). Non è la prima volta che uso questo file, è veramente interessante, ha come tema l’estate, è molto colorato e forse anche per questo estremamente versatile :)

Quello usato in copertina è sempre un freebie ma che non fa parte dello stesso file della Simple Stories bensì di un altro kit, di cui ho utilizzato solo l’immaginetta “summer memories” con la bicicletta, ma in realtà dentro al kit ci sono un sacco di altri printables carini! Il link è questo, nel caso possa essere utile a chi sta leggendo :)

img_4872Spero di aver dato una ispirazione a chi è ancora alle prese con i ricordi delle vacanze, e di aver soddisfatto mia cugina anche stavolta!

Alla prossima! :)

Francesca