, , , ,

Mini album “Life” meeting ASI E.R.

Ri-ciao!

Sempre in tema di mini album, sempre in tema di corsi, sempre in tema di meeting…ecco il bellissimo progettino realizzato lo scorso 7 maggio al meeting regionale ASI Emilia Romagna-Marche grazie SteCreazioni

Anche in questo caso ho optato per acquistare il kit a disposizione ed utilizzare quindi le stesse carte del progetto originale proposto da Stefania.E’ davvero carino, una volta capito il sistema di tagli e pieghe da fare che già avevo provato molto tempo fa in una card, siamo andate spedite come dei treni! :)Con grande gioia ho portato a casa il progetto già terminato (ovviamente senza foto se no non sarebbe da me) anzi, mi è avanzato anche un po’ di tempo per le chiacchiere e per dedicarmi con calma a qualche acquisto! :)Come al solito la giornata è stata piacevolissima ma ahimè è volata…grazie alle nostre referenti e a chi si adopera ogni volta per farci passare una bella domenica di scrap :)Anche per oggi è tutto, a presto!

Francesca

, , , , ,

Mini album nazionale

Bentornati!

Come vi avevo anticipato prosegue la carrellata “anomala” di minualbum, che sono riuscita a completare nelle scorse settimane :)

Quello di oggi è il mini album realizzato al meeting nazionale ASI e precisamente al corso di Alessandra Piras…mi sa che sono l’ultima a far vedere ancora qualche lavoro frutto dei corsi del nazionale, che scandalo che sono!

La struttura dell’album è molto bella, e questo cartoncino bianco che era in dotazione nel kit con il quale abbiamo realizzato lo scheletro mi è piaciuto un sacco, perchè nonostante il suo spessore tutto sommato ridotto, risulta bello sostenuto e per nulla debolino.

Rispetto al progetto originale ho fatto solo 2 piccole variazioni; la prima riguarda la decorazione della copertina, che ho chiaramente personalizzato rispetto all’originale; la seconda invece riguarda la pagina centrale, dove nel progetto di Alessandra era presente una sola foto, mentre io ho incollato un piccolo inserto che si apre a libro per riuscire a farci stare 3 foto.

Qui sopra invece vi mostro una carrellata di foto della terza pagina dell’album, che è quella più corposa, con un piccolo “libricino” composto da varie pagine di foto e decorazioni

Che dire, il progettino è stato davvero interessante e mi ha dato molta soddisfazione…tra l’altro se avessi avuto le foto con me durante il corso probabilmente sarei riuscita praticamente a completarlo!

Dopo a casa il lavoro è stato abbastanza semplice, una volta stampate le foto l’ho terminato rapidamente.

Alla prossima!

Francesca

, , , ,

Mini album corso Tommy

Bentornati!

Chiudo finalmente la parentesi cards per parlare nei prossimi 2 articoli di una passione alla quale purtroppo riesco a dedicare poco tempo…i mini album!

Io non sono una fanatica dei layout, preferisco fare dei minialbum tematici, per esempio per le varie vacanze, matrimonio (che ancora devo fare, ehm…), etc etc….dei reportage insomma.

Avevo lì nel limbo 2 mini album, uno ormai da anni e uno da poche settimane, che stazionavano lì tra i “semilavorati” in attesa di capire che uso farne…e finalmente li ho completati.

img_2975

Partiamo dal più recente dei 2…il mini album fatto all’ultimo meeting ASI E.R. durante il corso di Tommy.

La struttura è molto semplice ma carina, e come in tutti i corsi di Tommy abbiamo pastrocchiato a non finire con i suoi bellissimi colori, tanto che stavolta mi sono addirittura lanciata nell’acquisto di alcune paste che…bah, chissà se userò! :D

Non perché non siano belle, anzi ho scoperto e acquistato la bellissima pasta sabbia e il gesso a spessore che ho visto applicati in questo corso e mi hanno proprio conquistata, è che io a casa ho poco tempo, quindi mi impigrisco e non mi metto mai a riprovare queste nuove tecniche/prodotti, ripiego sempre nel fare le solite cose :(img_2976Ma veniamo all’album…abbiamo usato il turchese e il verde salvia, 2 colori che non mi sarebbe mai venuto in mente di abbinare, e invece…un accostamento davvero bello! Abbiamo giocato con un sacco di tecniche, dall’ormai famoso effetto legno della copertina, a tutte quelle utilizzate nelle pagine che oramai non sono nemmeno più in grado di elencare :)
img_2977

Ovviamente una volta a casa l’ho un po’ personalizzato; ho deciso di utilizzarlo per la vacanza fatta lo scorso anno sul lago Trasimeno con mia mamma e Dolly, per poi regalarlo appunto a mia mamma che, nonostante si sia un po’ informatizzata per quanto riguarda le fotografie è rimasta fedele alla foto stampata, e quindi ha gradito molto il pensiero.img_2978

Nella foto sopra si vede il nodo di corda fatto con uno stencil e la pasta sabbia (così come la corda nella copertina). E’ stato divertentissimo realizzarlo e tutto sommato anche abbastanza semplice!
img_2979

Gli abbellimenti ce li siamo fatti da sole, infatti dopo aver creato delle fantasie con i colori di Tommy sul cartoncino bianco, lo abbiamo usato per fustellare dei ghirigori da applicare nelle pagine.

A casa ho aggiunto un po’ di didascalie fatte con la Dymo…oltre ovviamente alle foto!

Bel corso e con Tommy, come sempre, molto divertente!

A presto :)

Francesca

, , ,

Pocket Letters, queste sconosciute

Ciao a tutti!

È un po che non scrivo, purtroppo ho avuto alcuni problemucci di salute (non io personalmente, ma in famiglia) che mi hanno fatto trascurare un po il blog nelle ultime settimane.

Ora cercherò pian piano di riprendere il mio vecchio ritmo che tanto mi piaceva!

Dunque torniamo ai lavori…prima partecipare al meeting ASI ER-Marche di circa un mesetto e mezzo fa, non sapevo dell’esistenza delle Pocket Letters…

è un modo molto originale (inventato da una ragazza di nome Janette Lane) di scambiarsi lettere un po’ particolari con amici di penna, abituali e occasionali; per farlo si utilizzano le classiche buste trasparenti da figurine a 9 tasche, ed in ogni tasca si inserisce qualcosa, che vada a formare nell’insieme dei 9 riquadri una composizione uniforme bella ricca di elementi; in alcune tasche spesso si inseriscono dei veri e propri pensierini, come può essere una bustina di tè, o dei piccoli abbellimenti scrap, etc.

Il bello di queste pocket letter è che proprio per come sono fatte possono poi essere ripiegate e spedite agevolmente in una semplice busta.

img_1611.jpegPer il Meeting regionale ASI lo swap consisteva proprio nel preparare una Pocket Letter a tema “Live Love Laugh”, da scambiarci per l’appunto il giorno del meeting; e questa è la mia interpretazione…nonchè la mia prima (e forse unica) pocket letter :)

La mia prima prova in realtà non è molto ricca di elementi come la maggioranza delle pocket letters che si vedono in giro su Internet, anzi è piuttosto semplice anche se credo di essermi già sforzata molto nell’aver inserito quello che c’è; in genere ho uno stile molto minimale e per quanto mi piacciano tanto quei lavori pienissimi di elementi e abbellimenti, faccio poi molta fatica a realizzarli io, anzi non ne sono proprio in grado.

img_1610.jpegPer farla ho usato delle carte pretagliate di un kit per Project Life di Becky Higgins, che ben si prestano a questo lavoro perchè basta ridimensionarle leggermente (circa 1 cm in larghezza e 1 in lunghezza) e sono già perfette per essere inserite nelle tasche.img_1612.jpegQuesto, in tutte le taschine tranne 2…dove ho tagliato 2 rettangoli di Bazzil craft, e con lo stesso bazzil ho tagliato con la Silhouette la scritta “laugh” che ho poi applicato tono su tono, e 2 graffe da usare come abbellimenti.

In 2 delle 9 tasche ho creato delle bustine di pergamino, una chiusa dalla pattina e una invece aperta sopra, dentro alle quali sono andate nella prima una bustina di tè nero deteinato biologico, e nell’altra degli abbellimenti e qualche timbrata.

Per il resto mi sono divertita con alfabeti adesivi, twine, scrittine fatte con la Dymo, etc etc.

E’ stato molto divertente prepararla e dà abbastanza soddisfazione perchè tutto sommato sì, ci ho perso qualche ora ma in una sera l’ho iniziata e l’ho anche vista finita :)

img_1613.jpegOvviamente l’ho impacchettata perchè mi piace un minimo di effetto sorpresa per chi poi l’ha ricevuta…quindi l’ho piegata in 3 e inserita in un banalissimo sacchettino marrone da pane, che ho decorato con un sentiment adesivo e del filo twine, e chiuso con un pezzetto di washi tape intonato.

Spero che sia stato gradito a chi l’ha ricevuto! :)

, , , , , ,

Il dopo meeting

Ciao! Questa settimana arrivo un po’ in ritardo ad aggiornare, ma con nonna in ospedale e mamma a letto con l’influenza, penso di essere più che giustificata…è un altro periodo piuttosto intenso :(

Volevo riportare anch’io la mia esperienza al meeting ASI sul mio blog, ed eccomi qui, a farlo ad una settimana esatta di distanza.

Domenica 15 ho partecipato al meeting ASI E.R.-Marche che si è tenuto ad Anzola Emilia (BO).

Ero partita entusiasta del corso chea vremmo fatto, e devo dire che le aspettative già alte che avevo, sono state pienamente soddisfatte!

Il corso, tenuto da Tommy, consisteva nella realizzazione di una cornice, un pannello da porta e una card, tutti e 3 tramite l’utilizzo di techiche di pittura shabby su carta. Io sono completamente a digiuno di questo mondo nonostante mi attiri tanto e mi piaccia lo shabby, quindi sono stata ben contenta di partecipare perchè come prevedevo ho imparato un sacco di cose utili; sono anche abbastanza convinta che riuscitò a riutilizzarle, anche perchè si è trattata la lavorazione non su legno, ma su carta…materiale con il quale ho più confidenza.

Questi sono i lavori realizzati da me:IMG_7618

per il primo sono partita da uno specchio dell’Ikea (il Malma, bianco nel mio caso ma il colore non aveva importanza perchè poi è stato coperto), sul quale abbiamo fatto questo collage di diverse carte precedentemente embossate, dipinte con i colori di Tommy, e trattate con le sue cere per creare l’effetto invecchiato e lucidarle.

Per la targhetta invece siamo partiti da un cartoncino di recupero, sul quale abbiamo steso il gesso e creato l’effetto legno tramite l’uso di una apposita spatola rigata (spatola che mi piace troppo, l’effetto legno che fa è tremendamente realistico!).IMG_7619

Abbiamo poi dipinto e schiarito a nostro piacimento, ed ho realizzato con gli stencil la scritta e il decoro. Infine la targa è stata rifilata e applicata su un altro cartoncino più spesso precedentemente dipinto con il colore nero bruno di Tommy.

A casa con la Crop A Dile ho forato la targhetta e inserito 2 rivetti color rame antico, e ora non mi resta che mettere un fil di ferro e appenderla!

Il terzo progetto era la card, che però non ho completato, perchè per motivi di tempo ho dovuto fare una scelta, ed ho preferito terminare gli altri 2 progetti a suo discapito; avendo già tutti i pezzi necessari creati con le varie tecniche, posso benissimo assemblarla anche a casa.

Sono stata molto contenta del corso, credo di non aver mai lavorato tanto ad un meeting, e portare a casa 2 progetti praticamente finiti e uno solo da assemblare è davvero un record :)

Tommy è molto bravo ma questo lo sapevo già, insegnare è il suo mestiere e oltre ai colori e alle carte che avevo nel kit acquistato da lui, ci ha messo a disposizione tutti i suoi strumenti (pennelli, stencil, colori, spatole, etc etc) senza mai farci alzare dal nostro posto di lavoro! Sicuramente il fatto di non essere numerosissime ha aiutato a lavorare meglio, ma lui è veramente bravo a non farti mai mancare niente, a passare continuamente per controllare il tuo lavoro e dispensare consigli, e tenere sempre alta l’attenzione su quello che sta spiegando…lo dice il fatto che sono arrivata a casa cotta come una zucchina :)

Ma il corso non è stato tutto in questa “bella” giornata (bella tra virgolette perchè c’era un tempo da lupi, ma eravamo talmente prese che non ce ne siamo neanche accorte se non quando si è trattato di andarsene); al meeting erano presente 2 shop, la Patty con Scrappando Carta e Ricordi che con mia grande gioia è tornata tra gli sponsor ASI e quindi presente ai meeting, e Scrap it easy, shop che non avevo ancora avuto la fortuna di vedere dal vivo e che finalmente ho conosciuto, con la sua valanga di washi tape per i quali io vado matta.

Gli acquisti sono stati doverosi, pur cercando di trattenermi perchè tra poco meno di 15 giorni c’è il meeting nazionale e se riesco ad andarci preferisco scatenarmi lì…

Infine lo swap: dovevamo alterare un bloc notes da borsetta…i lavori non erano tanti ma tutti molto belli (a parte il mio ma non ne avrete le prove perchè non l’ho fotografato, hahahah); il mio blocchetto è capitato alla Ste (mi dispiace per lei!) mentre a me è capitato quello fatto da Chiara, che è stata bravissima e tra l’altro ha usato dei colori che in questo periodo mi piacciono molto! Grazie Chiara!IMG_7617

E poi mangiato, chiacchierato, riso…le solite cose che troviamo ai meeting e che ci fanno tornare a quello dopo!

Un grande grazie va a Lisa e Zoey per aver organizzato il tutto, per il bel corso che ci hanno offerto, e per gestirci sempre.

A presto!

Francesca