Ri-ciao!

Promesso, questa è l’ultima volta che vi parlo dei regali di Natale, per questo giro!

Mi sembra proprio che queste siano le ultime che ancora mi restano da farvi vedere…anzi, chiedo scusa in anticipo per la schifezza delle foto, ma qui ero proprio alla frutta, tipo al 23 dicembre tarda notte, erano le ultimissime cartucce che stavo sparando e non ne avevo davvero più per fare delle foto curate :)

tazze_01Ho trovato queste belle tazze, e nella scia della produzione indutriale di biscotti ho pensato bene di regalare delle coppie di tazze, piene al loro interno di biscottini fatti con la sparabiscotti che ho ricevuto in regalo per il compleanno :)

Ero iper curiosa di provare questo strano attrezzo e devo dire che è anche stato divertente, dopo poche sparate ci avevo preso la mano! Poi va bè, dopo un po’ divertente non lo era più, ma solo perchè avremo sfornato qualcosa come 200 biscotti circa (solo quelli fatti con la sparabiscotti…più quelli che avevo già preparato in precedenza al mais e cacao).

Per il corretto funzionamento bisogna seguire alcune ricette ideate apposta per la sparabiscotti, io in questo caso ho usato la ricetta della pasta frolla montata di Misya, un blog di cucina che mi piace moltissimo e che per me è davvero un punto di riferimento. Anche lei ha usato questa preparazione per la sparabiscotti, per cui oltre alla ricetta ho seguito alla lettera anche i suoi consigli, che si sono rivelati molto utili.tazze_02Ho messo dentro ad ogni tazza un sacchettino di cellophane e li ho riempiti con i biscotti. Chiusi con del nastrino da pacchi natalizio e imbustati nelle mie solite borsine craft, chiuse a loro volta con dei pezzetti di washi tape e la tag-tormentone di questo Natale dove ho scritto a chi erano indirizzate.

Quando trovo una tag che mi piace per Natale tendo ad usarla in maniera massiva, lo preferisco piuttosto che fare un mix perchè poi vista la mia memoria da criceto in prognosi riservata rischio l’anno dopo di rimandare una tag uguale alla stessa persona. Invece così so che quell’anno tutti hanno ricevuto quella tag, e l’anno prossimo avanti un’altra per tutti e così via :)

A presto per l’ultimo round dell’altro tormentone, quello dei segnaposto! :)

Francesca

Ciao! Come promesso ecco il secondo round di segnaposto…

La stessa persona me li aveva già commissionati l’anno scorso, ed avevamo fatto le match box, per cui quest’anno per cambiare abbiamo optato per la soluzione n.2, ovvero i cestini con le nocciole (come qui).

segnaposto_gloria_01Sono partita col fare la base dal cartoncino craft, perchè le nocciole mi ricordano qualcosa di rustico per cui volevo che anche il contenitore lo fosse, pur restando su qualcosa di fine e natalizio.segnaposto_gloria_02Li ho quindi arricchiti applicando su tutti i bordi del cestino ancora “smontato” del washi tape, ne ho usati 3 diversi per dare un po’ più di colore perchè già il cartoncino craft di suo è abbastanza spento, cosa che non va d’accordo con la tavola di Natale; quindi 1 washi rosso a poi grandi bianchi, uno bianco a pois piccoli rossi, e uno oro con le stelline trasparenti, questa è stata la scelta.segnaposto_gloria_03Li ho riempiti con una decina di nocciole ciascuno e avvolti in quadrotti di cellophane che poi ho chiuso con la puntatrice; i punti non si vedono perchè sono nascosti dal bannerino bianco che, come nei segnaposto della puntata precedente, ho stampato con i nomi dei commensali.segnaposto_gloria_04Per ultimo, in ogni bandierina ho applicato un piccolo sticker a forma di fiocco di neve.

Pronti!

Francesca

Ciao!

Faccio una piccola pausa dalla carrellata dei regali di Natale, per entrare in un altro tunnel…quello dei segnaposto per le feste.

Già, perchè anche in questo caso ci saranno più puntate…

Poco prima di Natale, quando ho scritto l’articolo sui segnaposto fatti per l’addio al nubilato della mia collega, non avevo minimamente pensato che proprio in quei giorni sarei stata alle prese con una produzione intensiva di segnaposto! Nel giro di 2 giorni mi sono arrivate diverse richieste, e quindi mi sono trovata a fare 3 gruppi diversi di segnaposto…segnaposto_cinzia_01Quello di oggi è il primo della serie, sono 10 segnaposto fatti con le scatoline dei fiammiferi neutre bianche comprate da Opitec, di cui avevo lì una piccola scorta (e che ora dopo questa ondata è da rimpinguare al più presto perchè sono rimasta senza).

La persona che me le ha richieste le ha poi riempite con 1 cioccolatino ciascuna, per dovere di cronaca mi ha detto che ci è stato dentro perfetto un gianduiotto.segnaposto_cinzia_02Le ho decorate per metà con una striscia di patterned natalizia rossa, e l’altra metà un’altra patterned a pois verde.

In tutte poi sopra ho fatto un giro di washi tape glitterato oro, mentre su del cartoncino bianco ho stampato i nomi e ritagliato a forma di bannerini.segnaposto_cinzia_03Ho applicato le bandierine con i nomi con del biadesivo spessorato, lasciando la seconda metà della bandierina libera, e gli ho dato poi una curvatura verso l’alto per dargli un maggior senso di movimento.segnaposto_cinzia_04Infine con gli avanzi delle patterned ho punchato dei fiocchi di neve, applicandoli “a contrasto” (i verdi sulle scatoline a fondo rosso, e i rossi su quelle a fondo verde) e al centro di ciascun fiocco ho completato con una piccola perlina bianca.

Abbastanza veloci ma molto carini..il washi tape glitterato fa sempre un grande effetto e per la tavola delle feste è perfetto!

Alla prossima con un altro round di segnaposto! :)

Francesca

Ciao a tutti! Oggi un post un po’ particolare…

Oltre ai miei mille hobby mi piace molto cucinare, purtroppo ho poco tempo ma per quel che posso (e che devo, se in casa non vogliamo digiunare…) mi piace preparare sempre cose diverse, cercare ricette sane ma non banali, sia nelle cose di tutti i giorni che per le occasioni speciali.

Questo però non è un blog di cucina, quindi non scrivo mai niente di tutto ciò.

Stavolta però mi sembrava un’occasione leggermente diversa, perchè i 2 argomenti cucina e lavori creativi si fondono tra loro in un lavoro fatto un po’ di tempo fa…un mix riassumibile in una parola: BUFFET :)

buffet_andrea_01Il periodo è totalmente diverso da quello attuale, perchè si tratta del piccolo buffet che ho organizzato in occasione della festa di compleanno di mio marito, e lui gli anni li compie in estate…

ma ho anche pensato che in fin dei conti siamo ormai vicinissimi al Natale, quindi periodo di pranzi, cene, ritrovi con amici e parenti…e magari le mie foto potevano essere di spunto a qualcuno che si accinge in questi giorni a preparare la tavola per questo periodo di festa.

Quindi mi sono decisa, ho tirato fuori queste foto che giacevano da mesi in una cartella sul desktop e via, partiamo! :)

buffet_andrea_02Prima cosa però…la decorazione :)

I materiali sono davvero di uso comune; ho ricoperto i tavoli in terrazza con delle tovaglie di carta azzurre, quelle che si comprano in rotoli…la particolarità sta nel fatto che non ho ricoperto solo il ripiano ma tutto il tavolo, quindi da terra fino in cima e su tutti e 4 i lati; poi la parte “verticale” delle tovaglie l’ho tagliata creando delle mega frange larghe una decina di cm circa, per dare visivamente maggiore movimento.

E la scelta si è poi rivelata giusta, perchè tirava quella leggerissima arietta che le faceva muovere lievemente, per cui l’effetto era proprio gradevole.

Più avanti vi spiego la (semplicissima) ghirlanda, ma ora…cibo! (mi vien già fame…)

buffet_andrea_03Tra le varie cose che si possono fare in cucina, preparare tutto ciò che è stuzzichini/tramezzini/antipasti/fingerfood è sicuramente quella che mi diverte di più; mi piace molto anche cucinare dolci, ma bisogna essere molto “scientifici”, seguire alla lettera pesi e procedure…e quindi non sempre fa per me; negli stuzzichini invece ho più margine per “metterci del mio” e posso sfogare maggiormente la mia creatività sia nel gusto che nell’estetica :)buffet_andrea_04Molte idee sono prese da Pinterest, che anche in questo caso si è rivelato una fonte inesauribile!

I primi sono dei “funghetti di caprese”, fatti con pomodori ciliegini e mozzarelline, conditi con olio sale e origano e poi infilzati negli stuzzicadenti.

Gli altri invece sono stecchi di prosciutto e melone :) effettivamente questa idea non è molto conciliabile con il Natale, ma la presentazione può essere uno spunto per altre preparazioni! Ho comprato degli stecchi piatti in bambù, e li ho decorati in alto con una bandierina fatta con del washi tape (lo stesso washi tape usato nelle posate, bicchieri etc….il tutto era raccontato in questo vecchio post), ho tagliato poi a cubotti il melone e avvolto nel prosciutto, ed ho infilato 2-3 cubotti in ogni stecco.

Nella terza foto c’è invece uno dei vassoi di panini farciti…qui mi sono fatta aiutare, ho ordinato al forno sotto casa questi mini panini da sandwich, e poi io li ho farciti in 3 modi diversi, uno con salame maionese e olive, uno con prosciutto cotto e insalata e l’altro con tonno insalata e maionese.

Ah! In un angolo si intravede anche la frittata di spinaci, una classica frittata al forno con ricotta e spinaci, servita a rombi.buffet_andrea_05Anche qui un aiutino c’è…la pizza non è mia ma sempre del forno, io l’ho solo tagliata! :)

Di fianco il pinzimonio servito in bicchierini quasi pronti all’uso! Ho tagliato a listarelle peperone carote e sedano, e ho riempito i bicchierini in maniera un po’ mista; li ho sistemati in circolo in un vassoio e al centro ho messo olio e sale che gli ospiti potevano versare liberamente nel bicchierino per intingere le verdure.

Quella sotto è la loveria delle loverie (non so se “loveria” sia italiano, temo sia un termine puramente imolese…) la spuma di mortadella!

L’ho sempre detto io che i meeting ASI servono ad imparare un sacco di cose meravigliose! La spuma di mortadella è una di queste (vero Adriana?) :)

Una scrapper portava sempre questa goloseria (ecco forse questo è più italiano) ai meeting ASI (io purtroppo è da un po’ che non riesco a partecipare ad un meeting ahimè…), e finalmente ho avuto occasione di replicarla anch’io! Ovviamente è la cosa che ha riscosso più successo di tutto il buffet, c’era da immaginarselo, e pensare che è così semplice! 250 gr di mortadella e 250 gr di Philadelphia, via dentro al mixer a tutto gas finchè non diventa così…una mousse!

L’ho servita con delle streghette, ma onestamente credo che anche su un bel bastoncino di sedano o di carota abbia il suo perchè.

buffet_andrea_06Infine una bella ciotolona di insalata di riso che in un buffet estivo non può certo mancare :)

Erano proprio quei giorni di luglio roventi, per cui ho fatto il possibile per preparare dei piatti davvero freschi ed estivi, non solo da mangiare ma anche nella preparazione…a parte la frittata al forno preparata in tarda serata per sfruttare le ore meno calde (e cuocere il riso), mi sono rifiutata di fare la sauna sopra a forno e fornelli, non ce la potevo fare!

Faccio un appunto sulla presentazione del prosciutto e melone e dei funghetti di caprese perchè magari qualcuno se lo è chiesto: come avrete notato sono presentati in maniera un po’ creativa, ma è una cosa molto semplice; ho comprato 2 spugne di quelle da fiori (ma se avete anche delle forme in polistirolo secondo me va bene) e ricoperte innanzitutto con della stagnola per evitare che perdessero della polverina sul cibo (queste spugne tendono sempre a sgretolarsi con facilità). Le ho fissate sui piatti da portata e vi ho posato sopra un tovagliolo per renderle più carine…dopodichè ho infilzato con tutti gli stecchi!

Mia mamma mi aveva rifornito dal suo giardino di ogni tipo di erbe aromatiche, quindi ho usato i vari rametti di menta, rosmarino, basilico, maggiorana, etc. per completare la decorazione dei 2 vassoi :)

buffet_andrea_07Siamo arrivati in fondo a questo articolo infinito! Manca solo il banner…più semplice non si può, i materiali sono davvero banali, direi quasi “di recupero”…ne ho fatti 2 uguali e attaccati sui 2 lati lunghi del tavolo perchè così qualora avessimo fatto delle foto in ogni caso si sarebbe visto il festone :)

Ho stampato le lettere singolarmente una per foglio e le ho ritagliate dando loro una forma circolare; ho preso parte dei piattini di plastica blu usati per il buffet e attaccato con del biadesivo le lettere, ed infine in un cordoncino di cotone e con del normale scotch ho fissato i piattini, ed ho appeso il filo alle 2 estremità. Fatto! :)

Una piccola menzione va anche al tavolino delle bevande, dove erano posizionati anche piatti tovaglioli e posate e bicchieri decorati con i washi.

Basta ho finito! Mi spiace essere stata così luuuunga (questo conferma che è meglio che io non scriva più articoli di cucina) ma spero davvero di avervi ispirato qualche idea per le prossime feste! :)

Ciaoooo!

Francesca

Bentornati!

Nell’articolo precedente avevo parlato dell’iniziativa promossa dal Canile di Imola “Regala una donazione”, solo citando anche gli altri gadget a disposizione per chi volesse fare una donazione al canile…

e quindi oggi ve li mostro, ecco le candeline CoALA!

IMG_1116.JPGOltre ai bellissimi calendari e a tanti altri oggetti che potete acquistare presso il banchetto del Canile ci sono queste simpatiche candeline (profumatissime!) che io ho decorato, creandone 2 versioni.

IMG_1117.JPGLa prima più semplice, ma perfetta se dovete fare un piccolo pensiero, o se vi piace integrare una cesta di Natale o un altro bel regalo con un piccolo gesto solidale. Un giro di washi tape in varie fantasie (in foto la versione dorata a stelline), cartoncino con il logo, e un ricciolino arancione, colore sociale che ormai contraddistigue la cooperativa CoALA.

IMG_1118.JPGLe seconde sono invece per chi apprezza un packaging un po’ più elaborato, e magari vuole dare maggiore “importanza” al regalo.

Dei finti cartoni del latte che racchiudono la candela, visibile dalla finestrella trasparente, ed ovviamente il solito logo e ricciolino.

IMG_1119.JPGQuesti invece sono alcuni esempi dei biglietti a disposizione per chi decide di regalare una donazione!

Ricordo che questi ed altri gadget sono disponibilipresso la sede del Canile di Imola in Via Gambellara negli orari di apertura al pubblico, e nei giorni del mercatino di Natale in centro storico a Imola presso il banchetto CoALA!

Chiedo scusa per le foto ma in questo periodo piuttosto intenso per via del Natale sto facendo i miei lavoretti ad orari assurdi, e quando arrivo a fare le foto che solitamente sono l’ultima cosa prima di andare a dormire, sono talmente cotta che non sono in grado di fare di meglio…mi perdonerete :)

Ciaoooo!