Articoli

Ciao a tutti!

Oggi contrariamente al mio solito sarà un articolo un po’ lungo e discorsivo, perchè devo raccontarvi questa esperienza fatta ormai 2 mesetti fa grazie a Saal-Digital.

Saal-Digital è un’azienda che offre servizi online di stampa foto, fotolibri e molti altri prodotti, sia per privati che soprattutto per professionisti del settore; dopo aver provato vari siti che offrono il servizio di stampa foto (facendo molti album scrap ne stampo parecchie) sono arrivata per caso al loro sito, e da qualche anno stampo le mie foto con loro.

Qualche mese fa Saal-Digital offriva un buono per l’acquisto a prezzo scontato di un loro fotolibro, in cambio di una recensione del prodotto sul proprio blog. Ne ho fatto richiesta, hanno accettato, e ora finalmente sono qui a parlarne con voi.

Fine delle premesse, noiose ma necessarie per inquadrare la situazione :)

Avevo giusto giusto un album di poco conto da preparare, ehm, le cui foto stagnavano lì da anni in attesa di essere considerate…quelle del viaggio di nozze! :D

E così mi sono messa all’opera, ormai conosco un po’ il software di Saal-Digital ma più per la parte di stampa foto, per i fotolibri non tanto…tuttavia si è rivelato abbastanza intuitivo; si può scegliere fra 3 diverse modalità di composizione dell’album, dalla più rapida totalmente automatica, a quella che ho scelto io (ovviamente qui le cose semplici mai!) manuale, da zero, totalmente personalizzabile.

Dopo le prime 2-3 pagine d’album ci ho preso la mano e mi sono abbastanza velocizzata. Puoi scegliere di posizionare le foto a mano libera, di sfruttare dei layout precaricati nel programma, o di creartene di tuoi da salvare e riutilizzare.

 

il progetto (per mia fortuna!) si può salvare e riprendere in mano tutte le volte che vuoi; mi ci sono volute alcune serate di lavoro per terminarlo, le foto erano veramente tante :)


Ma passiamo alla parte interessante, quella che in realtà mi è stato chiesto di recensire…quanto detto finora è solo una mia iniziativa :)

La realizzazione da parte loro è stata abbastanza rapida, l’album è arrivato dopo circa 10-12 giorni dall’ordine, che sono pochi se considerate che spediscono dalla Germania, per cui 3-4 giorni lavorativi sono da considerarsi di spedizione.

Il fotolibro è della linea Professional Line; è totalmente personalizzabile, si possono scegliere il formato, il rivestimento della copertina, l’eventuale scatola (non obbligatoria, è un extra), il rivestimento della scatola, il numero di pagine (che comunque il software ti suggerisce in base al numero di foto che vengono caricate).

La nostra scelta è ricaduta sul formato 30×30 (epppppoteva essere diversamente?! :D); per la copertina abbiamo scelto l’opzione con la foto in metacrilato sul fronte, mentre il dorso e il retro rivestiti in effetto legno grigio talpa. Si può scegliere tra stampa lucida e opaca e noi abbiamo optato per l’opaca (puro gusto personale). Inoltre abbiamo voluto anche la scatola, e per questa abbiamo scelto il rivestimento in lino naturale più pelle nera.

E’ arrivato in una scatola, ben imballato e al sicuro, e dentro ad una foderina di tnt dove lo conservo tutt’ora, così evito che la scatola prenda polvere :)

Appena aperto ho subito apprezzato la fattura della scatola, che ad essere sincera avevo trovato piuttosto costosa. Ma devo riconoscere che è perfetta, per cui alla fin fine sono stata contenta di averla ordinata.

La scatola ha all’interno un nastro di raso (quello che si vede uscire nella foto qui sopra) per sollevare facilmente l’album (è stata una chicca molto apprezzata perchè altrimenti starei lì ogni volta a “raspare” come un gatto per prenderlo fuori) :D

E arriviamo all’album…

La scelta della foto (anzi delle foto, sono 2) in copertina è stata azzeccatissima, mi piace molto…se proprio vogliamo trovare il pelo nell’uovo, ho notato che questo pannello di metacrilato è un po’ “affilato” per i miei gusti, forse avrei preferito gli spigoli leggermente più smussati. Ma ciò non cambia la sostanza, questa copertina è veramente d’effetto!

Passiamo all’interno; le pagine si aprono totalmente (i signori di Saal-Digital mi perdoneranno ma io non sono una professionista del settore fotografia e quindi non so il nome tecnico di questa tipologia di pagine, cerco di spiegarmi con parole semplici); questo per me è un fattore molto importante perchè spesso negli album, e anche in questo, metto delle foto panoramiche che prendono l’intera larghezza dell’album aperto, cosa che spesso viene un po’ penalizzata nella rilegatura “tradizionale”; avevo già apprezzato questa tipologia di rilegatura nell’album che il fotografo ci realizzò per il matrimonio (che non so da chi sia stato prodotto), e sono stata molto contenta di averla ritrovata anche qui: le panoramiche di New York e del mare dei Caraibi sembrano davvero dei quadri, in cui tuffarsi con gli occhi!

I colori sono fedelissimi alle foto, belli e brillanti; la qualità di stampa è ottima anche nelle foto più grandi, per le quali onestamente temevo un po’…le foto che ho inviato erano state esportate tutte a 5 megapixel e non hanno dato nessun problema; anche quelle che occupavano un’intera pagina 30×30 (vedi nel collage qui sopra la fotina in alto a destra con Time Square) hanno una definizione perfetta.

La stampa satinata di Saal-Digital era già la mia preferita nella normale stampa foto e qui si è riconfermata…mentre spesso con i concorrenti trovavo la stampa satinata un po’ “granulosa”, con loro ho finalmente scoperto una stampa sì satinata, ma con un effetto davvero liscio e setoso, che non ha nulla da invidiare alla stampa lucida.

Le pagine sono belle sostenute, anche se per un album così grande forse me le ero immaginata ancora più spesse.

Cos’altro dire…adoro il mio album e l’esperienza è stata più che positiva…ma sinceramente non avevo dubbi, quest’azienda è sempre una garanzia.

Ci tengo a sottolineare senza imbarazzo (mi piace essere chiara e schietta) che il buono che mi ha permesso di acquistare il fotolibro ad un prezzo scontato l’ho ricevuto a priori, al momento dell’ordine, quindi indipendentemente da quello che poi successivamente avrei scritto del loro prodotto…questo per farvi capire che la mia recensione è libera da qualsiasi “vincolo venale” che si potrebbe dedurre erroneamente. :)

Concludo spendendo 2 parole (anche se non dovute) sul servizio di stampa foto di Saal-Digital, che come ho accennato all’inizio, uso da diversi anni…e proprio perché lo conosco e uso da tempo mi fa piacere sottolinearlo e nel mio piccolo farlo conoscere.

Innanzi tutto per il rapporto qualità-prezzo delle stampe, che sì, hanno un prezzo leggermente più alto della media, ma la qualità è di gran lunga superiore a tanti concorrenti molto più conosciuti. In secondo luogo mi ha conquistato il loro software, e qui mi rivolgo in particolare a chi come me fa scrapbooking e spesso ha l’esigenza di stampare foto di misure particolari o fare dei collage. Il loro software è il migliore che io abbia trovato finora, mi permette di fare agevolmente dei collage anche di molte foto, stampando qualsiasi dimensione io voglia, e allo stesso tempo risparmiando sul numero di stampe (e di conseguenza eurini).

Quindi sono stata ben contenta di poter avere questa opportunità e portare nel mio piccolo, sul mio blog, questa azienda che a mio avviso lavora benissimo e magari a qualche altra invasata di scrap può interessare conoscere :)

E’ tutto, spero di non avervi troppo annoiato, e perdonatemi per la “genuinità” della recensione…ma non sono avvezza a fare queste cose :)

Ciao a tutti, e tranquilli…dal prossimo articolo torno telegrafica come sempre! :D

Francesca

 

Ciao a tutti e Buona Pasquetta!

Sono vivaaaa, sono vivaaaa! :)

Con oggi devo dire che questa quarantena sta facendo davvero miracoli…un ritorno al blog :D

Lo so, il blog è abbandonato a sé stesso da quasi 2 anni, anche se ogni tanto riesco a fare qualche piccolo lavoretto…il tempo libero è poco (per non dire nullo), e quel poco lo sfrutto per scrappare (o per dormire…si chiama sopravvivenza, chi ha figli penso mi capirà, io l’ho scoperto da 15 mesi a questa parte :D ), con la conseguenza che il blog resta lì inattivo; mi dispiace veramente tanto…

Perciò ora proverò ad aggiornare ogni tanto, voglio provarci! Sicuramente non sarò regolare, magari evito di dilungarmi in tanti discorsi, dò precedenza alla pubblicazione delle foto, almeno per tenere vivo questo spazio e non rimanere troppo indietro con i lavori fatti e mai pubblicati. Poi se arriveranno tempi migliori, magari per fare articoli più discorsivi o perchè no mettere in piedi qualche tutorial….tanto meglio :)

Oggi quindi per riprendere il ritmo, parto con quella che è la mia ossessione da un po’ di mesi a questa parte…i mini album! Questo è un mini realizzato la scorsa estate in occasione di una sfida organizzata da Elena Sanna (ImmagineLab):


L’album ahimè è venuto un po’ troppo cicciottoso, ho fatto male i conti per l’altezza del dorsino rispetto alla quantità di foto e carte che ho inserito; è un errore un po’ ricorrente questo nei miei album…ma sto imparando… :)

un po’ di foto dell’interno…
tasche, alette e spazi vari…l’album è fatto con cartoncino nero, per cui ho aggiunto sotto a ciascuna foto un cartoncino bianco per creare la mattatura, perchè non amo le foto posizionate direttamente sul nero, preferisco il contorno bianco perchè mi sembra meglio rifinita la foto… …e niente! Questo è quanto!

Non ho vinto la sfida ma mi sono divertita molto a partecipare! :) Ancora adesso quando posso cerco sempre di partecipare alle sfide che organizza Elena o se proprio non riesco a partecipare mi guardo la diretta e poi successivamente cerco comunque di realizzare un progettino con le stesse indicazioni…è comunque un modo per fare esercizio ed imparare sempre qualcosa di nuovo!

Bene, spero di non far passare altri 2 anni per il prossimo articolo, chi lo sa :D …

Ciaoooo

Francesca

Ciao a tutte/i!

Questo periodo appena trascorso di feste/ponti mi ha permesso finalmente di avere un po’ di tempo per fare quello che ahimè non riesco mai a fare…dedicarmi ai miei album di foto.

L’album (enorme) delle vacanze in Grecia 2015 si può dire terminato, e finora era l’unico al quale ero riuscita a lavorare, a singhiozzi, in questi mesi…prima o poi riuscirò anche a fare qualche foto per farne un articolo!

Ma ora finalmente sono riuscita a fare ben altri 2,5 minialbum (2,5 perchè il terzo realmente è ancora in lavorazione…ma a buon punto, hehe)! Così tanti non perchè sia diventata un fenomeno, ma perchè la struttura degli album per lo più era già fatta (frutto di corsi ai meeting ASI, etc), quindi si trattava davvero solo di stampare le foto, incollarle e abbellire.

In più ho scelto foto di piccole gite fuori porta o viaggetti di pochi giorni, perchè se devo mettermi a selezionare le foto delle vacanze estive (o del matrimonio e del viaggio di nozze che sono ancora lì…) sono sempre migliaia e anche la sola selezione delle foto da stampare mi richiede già un sacco di tempo.

Questo è il primo, ho fatto un mini sulla gita fatta lo scorso dicembre con mia mamma a Trento e Levico, per i mercatini di Natale.

La struttura dell’album è stata realizzata ad un corso tenuto da Elena Bianconi ad un meeting ASI di parecchio tempo fa! Ce ne ho messo di tempo, ma l’album era davvero carino e volevo trovare per lui il giusto uso, e non sprecarlo con delle foto “a caso” tanto per farlo.Rispetto al progetto originale io l’ho arricchito con qualche lembo apribile per farci entrare più foto, perchè non ho resistito e ne ho stampate molte di più di quelle che doveva contenere originariamente :)

Come abbellimenti ho riproposto degli “schizzi” fatti con il Distress Stain come da progetto originale…io non ne ho avuto abbastanza e ne ho fatti altri che poi ho punchato con una formina tonda e incollati qua e là :)

Poi qualche sentiment in legno di Yuppla Craft, e il testo scritto con la cara vecchia Dymo manuale, quella con il nastro nero a impressione…non so, ma a me il suo effetto mi piace tutt’ora.

Spero che vi sia piaciuto, l’album è davvero carino e consiglio alle socie ASI di andare nelle vecchie dispense a cercarlo!

Al prossimo album :)

Francesca

Ciao!

Ogni estate, solitamente intorno al suo compleanno, preparo a mia cugina un mini album dove raccogliere i ricordi delle sue vacanze, perché so che le piace.

Quest’anno sono arrivata moooooolto lunga, un po’ me ne ero dimenticata, un po’ i mesi sono volati, per cui ho rimediato solo adesso, a gennaio…passata la frenesia del Natale mi sono presa qualche serata e gliel’ho preparato.

albumsdomingo01

Ho usato delle carte di una vecchia collezione della Fancy Pants, mentre per la copertina ho usato del cartoncino di recupero che ho rivestito con questa strana stoffa adesiva che proprio non ricordo come sia arrivata a me e da chi/dove…ma per questo lavoro mi piaceva :)

albumsdomingo02

Le pagine sono rilegate con 2 giri di filo twine che si vede anche fuori, dove l’ho fatto uscire, annodato e decorato con 2 perline di legno.

albumsdomingo03

All’interno mi sono sbizzarrita cercando comunque di restare sul generico, perché non so cosa dovrà andare a metterci! Quindi ho fatto un mix tra pagine libere, altre adatte ad ospitare foto, alcune taschine e buste di pergamino dove raccogliere memorabilia varie, ed in fondo una bustina con tag e abbellimenti vari che potrà usare a suo piacere.

Ciao!

Francesca

Rieccoci qua!

Il caldo delle ultime settimane (in mansarda è un forno!) non mi permette di passare molto tempo a scrappare, unito poi alla solita scarsità di tempo…il risultato è che purtroppo sto facendo solo l’indispensabile, lasciando sempre indietro i tanti lavoretti che vorrei fare ma che continuo a rimandare, in primis i miei album di foto.

Il lato positivo però, è che questa è stata anche l’occasione per andare a fare pulizia tra le vecchie foto…sapevo di avere alcuni vecchi lavori dell’anno scorso ancora da pubblicare, perchè in quel periodo non stavo tenendo aggiornato il blog (almeno quello adesso sì…è già un passo avanti!).

E questo travel journal è uno di quelli…

Qualche anno fa ho regalato a mia cugina, che compie gli anni in estate, un piccolo quaderno di viaggio fatto da me, per le sue ferie che sarebbero state di lì a poco. L’idea le è piaciuta molto, tanto che l’anno dopo lo desiderava di nuovo…e così via, ormai è diventata una consuetudine (a dire il vero ora che ci penso quest’anno non gliel’ho preparato…ops, che gaffe).IMG_9263.JPGL’anno scorso le vacanze coincidevano anche con il suo viaggio di nozze, e quindi ovviamente le ho preparato un travel journal dove raccogliere un po’ di appunti, foto e memorabilia del viaggio.

Per l’esterno ho utilizzato dei cartoncini molto spessi color kraft, e ho decorato il tutto nei toni del bianco e del tiffany, che era il colore del suo matrimonio (anche se dalle foto sembra azzurro, ma in realtà è Tiffany).IMG_9298.JPGAll’interno ho messo delle pagine e delle buste trasparenti, riadattate al formato, dove poter raccogliere biglietti, scontrini, etc…IMG_9297.JPG…altre pagine per appunti, e una busta di carta kraft sempre per lo stesso scopo… :)IMG_9299.JPGHo terminato con una tasca nell’interno della copertina posteriore…quando si viaggia per me è fondamentale avere tanto spazio dove raccogliere scartoffie, anche perchè io tengo veramente tutto, dai biglietti dei musei alle mappe, al semplice scontrino di un caffè :)

Il tutto era rilegato in maniera semplice con delle anelle apribili; questo perchè una volta tornata a casa, se avesse voluto conservarlo, poteva tranquillamente integrarlo a suo piacimento, magari aggiungendo delle pagine con le foto stampate, o altri appunti di viaggio; io ad esempio non sono brava in questo, mi preparo sempre il journal da portare in vacanza con me, ma poi quando mi trovo in viaggio non mi soffermo mai a scrivere un po’ di appunti di viaggio…ma riconosco che invece c’è chi scrive anche un vero e proprio diario, quindi occorrerebbe molto spazio.

Non ho ancora scaricato le foto del compleanno, ma non mi sono dimenticata, arriverò anche con quelle… :)

per ora ciaoooo!

Francesca

 

Ciaooo!

Ci sono eh…dopo una settimana di pausa di assestamento per il cambio di lavoro, rieccomi sul blog, per annunciarvi che tornano i miei corsi!

corso minialbum 12-02

Lo so potevo dirlo con un po’ più di anticipo, ma è andata così…tra l’allontanamento temporaneo dal blog, spostamenti vari di date per la serata di corso, etc…sono arrivata ad oggi! :)

Spero per il prossimo di essere un po’ più brava! :)

Ciaooo

firma 2013-01

Riguardando le foto dei miei lavori mi sono resa conto che, a parte la serata delle cornici, non ho mai pubblicato nel dettaglio i lavori fatti ai miei corsi…

Recuperiamo subito…partendo proprio dal primo :)

Il periodo era inizio settembre, per cui quale occasione migliore per fare un minialbum dove mettere le foto delle vacanze o comunque dell’estate appena trascorsa?

Eccolo qua…chiuso

e all’interno :)

Per questo album ho usato del Bazzil Craft e verde, e le carte Summer’s End della Fancy Pants, che come colori si adattavano perfettamente per un album, appunto, di fine estate.

E’ stata una bella serata, mi sono divertita molto e soprattutto è stato bellissimo vedere le ragazze che a fine corso erano stupite di ciò che avevano fatto, non credevano assolutamente di riuscire di portare a compimento l’album quella sera, e invece tutte hanno finito, addirittura mettendoci ciascuna del suo! I lavori infatti erano molto simili ma non uguali, uno più bello dell’altro :)

Ciaoooo ;)

Ciao a tutti!

Questo che vi mostro è un lavoretto davvero vecchio…risale infatti a quasi un anno fa! Ma ne valeva la pena :)

A maggio 2011 ho partecipato al corso di Karine al negozio della Patty (Scrappando Carta e Ricordi) a Prato, e abbiamo fatto appunto un minialbum con una struttura davvero semplice ma altrettanto carina…

così ho pensato di sfruttare l’idea per fare un pensierino ad una bimba, nipote di un’amica di mia mamma, in occasione della sua Prima Comunione.

Un minialbum appunto, dove potesse raccogliere le sue foto preferite di questo giorno :)

Non l’ho consegnato io personalmente, ma a quanto ho capito è piaciuto molto! :)

Rieccomi! Passato un buon week end? :)

Questa di oggi l’ho battezzata “missione impossibile” e ora vi spiego perchè…

Non molto tempo fa, mi è stata commissionata la scatola per un album da matrimonio, poichè l’album non era corredato da una sua “confezione” e girando nelle varie case di amici e parenti stava iniziando a rovinarsi…

“Che problema c’è? Nessuno! Costruisco una scatola, la rivesto e la decoro…portami pure l’album così prendo le misure!” ho subito accettato :)

Peccato che non avessi calcolato una cosa…che l’album era ENORME! :O

Eggià, un bell’albumone pesantissimo e che misurava ben 43 cm x 46, con 8 di spessore!!! :O :O :O

Ho pensato che costruirmi una scatola da sola non era fattibile per un album di quelle dimensioni, così mi sono messa alla ricerca di una da acquistare già fatta, e che poi avrei decorato ad hoc per l’album. E qui iniziano i problemi…

Per una scatola d’album mi sono stati chiesti 82 euro!!! :O

Ero senza parole, e non sapevo come fare perchè non era mia intenzione far spendere un sacco di soldi alla ragazza che mi ha chiesto questa scatola…essendo una cosa che serviva per mandare in giro l’album senza farlo rovinare, mi ero immaginata nela mia testa qualcosa di meno impegnativo, anche economicamente.

Poi in un tentativo quasi disperato (nel senso che proprio non ci speravo di trovare lì quello che cercavo) sono andata da un grossista da cui mi rifornisco abitualmente e…

…voilà! Una bella scatolina (ina…si fa per dire, 50×50!) molto meno sofisticata ma anche molto più economica!

Evviva! era perfetta! :) E mi sono subito messa al lavoro…

Per rinforzarla un po’ ho pensato di prendere un cartoncino bello spesso, di quelli da cartonaggio, imbottirlo con stoffa e imbottitura sintetica, e rivestirne il fondo e le 2 pareti laterali un po’ meno rifinite (la scatola una volta montata presentava 2 pareti “semplici”, più sguarnite, e 2 pareti “doppie”, che invece erano già carine così senza bisogno di essere rivestite).

Una bella spalmata di colla vinilica-colla da legno-UHU super forte (sì ho usato 3 colle diverse…volevo essere sicura che attaccasse! :P ) e ho lasciato asciugare i 3 pannellini rivestiti…

Ed ecco l’interno rivestito! ;)

E infine ho decorato il coperchio con del nastro di organza in tinta con l’album, e un foglio di carta da scrap a forma di graffa; l’ho lasciata molto molto semplice, per dar modo alla proprietaria di completarla e personalizzarla a suo piacimento :)

 Ecco la scatola e l’album…oh l’album non potrà certo lamentarsi, sta pure morbido :D

Alla prossima! :)