Articoli

Ri-ciao!

Promesso, questa è l’ultima volta che vi parlo dei regali di Natale, per questo giro!

Mi sembra proprio che queste siano le ultime che ancora mi restano da farvi vedere…anzi, chiedo scusa in anticipo per la schifezza delle foto, ma qui ero proprio alla frutta, tipo al 23 dicembre tarda notte, erano le ultimissime cartucce che stavo sparando e non ne avevo davvero più per fare delle foto curate :)

tazze_01Ho trovato queste belle tazze, e nella scia della produzione indutriale di biscotti ho pensato bene di regalare delle coppie di tazze, piene al loro interno di biscottini fatti con la sparabiscotti che ho ricevuto in regalo per il compleanno :)

Ero iper curiosa di provare questo strano attrezzo e devo dire che è anche stato divertente, dopo poche sparate ci avevo preso la mano! Poi va bè, dopo un po’ divertente non lo era più, ma solo perchè avremo sfornato qualcosa come 200 biscotti circa (solo quelli fatti con la sparabiscotti…più quelli che avevo già preparato in precedenza al mais e cacao).

Per il corretto funzionamento bisogna seguire alcune ricette ideate apposta per la sparabiscotti, io in questo caso ho usato la ricetta della pasta frolla montata di Misya, un blog di cucina che mi piace moltissimo e che per me è davvero un punto di riferimento. Anche lei ha usato questa preparazione per la sparabiscotti, per cui oltre alla ricetta ho seguito alla lettera anche i suoi consigli, che si sono rivelati molto utili.tazze_02Ho messo dentro ad ogni tazza un sacchettino di cellophane e li ho riempiti con i biscotti. Chiusi con del nastrino da pacchi natalizio e imbustati nelle mie solite borsine craft, chiuse a loro volta con dei pezzetti di washi tape e la tag-tormentone di questo Natale dove ho scritto a chi erano indirizzate.

Quando trovo una tag che mi piace per Natale tendo ad usarla in maniera massiva, lo preferisco piuttosto che fare un mix perchè poi vista la mia memoria da criceto in prognosi riservata rischio l’anno dopo di rimandare una tag uguale alla stessa persona. Invece così so che quell’anno tutti hanno ricevuto quella tag, e l’anno prossimo avanti un’altra per tutti e così via :)

A presto per l’ultimo round dell’altro tormentone, quello dei segnaposto! :)

Francesca

Ciao! Come promesso ecco il secondo round di segnaposto…

La stessa persona me li aveva già commissionati l’anno scorso, ed avevamo fatto le match box, per cui quest’anno per cambiare abbiamo optato per la soluzione n.2, ovvero i cestini con le nocciole (come qui).

segnaposto_gloria_01Sono partita col fare la base dal cartoncino craft, perchè le nocciole mi ricordano qualcosa di rustico per cui volevo che anche il contenitore lo fosse, pur restando su qualcosa di fine e natalizio.segnaposto_gloria_02Li ho quindi arricchiti applicando su tutti i bordi del cestino ancora “smontato” del washi tape, ne ho usati 3 diversi per dare un po’ più di colore perchè già il cartoncino craft di suo è abbastanza spento, cosa che non va d’accordo con la tavola di Natale; quindi 1 washi rosso a poi grandi bianchi, uno bianco a pois piccoli rossi, e uno oro con le stelline trasparenti, questa è stata la scelta.segnaposto_gloria_03Li ho riempiti con una decina di nocciole ciascuno e avvolti in quadrotti di cellophane che poi ho chiuso con la puntatrice; i punti non si vedono perchè sono nascosti dal bannerino bianco che, come nei segnaposto della puntata precedente, ho stampato con i nomi dei commensali.segnaposto_gloria_04Per ultimo, in ogni bandierina ho applicato un piccolo sticker a forma di fiocco di neve.

Pronti!

Francesca

Ciao!

Faccio una piccola pausa dalla carrellata dei regali di Natale, per entrare in un altro tunnel…quello dei segnaposto per le feste.

Già, perchè anche in questo caso ci saranno più puntate…

Poco prima di Natale, quando ho scritto l’articolo sui segnaposto fatti per l’addio al nubilato della mia collega, non avevo minimamente pensato che proprio in quei giorni sarei stata alle prese con una produzione intensiva di segnaposto! Nel giro di 2 giorni mi sono arrivate diverse richieste, e quindi mi sono trovata a fare 3 gruppi diversi di segnaposto…segnaposto_cinzia_01Quello di oggi è il primo della serie, sono 10 segnaposto fatti con le scatoline dei fiammiferi neutre bianche comprate da Opitec, di cui avevo lì una piccola scorta (e che ora dopo questa ondata è da rimpinguare al più presto perchè sono rimasta senza).

La persona che me le ha richieste le ha poi riempite con 1 cioccolatino ciascuna, per dovere di cronaca mi ha detto che ci è stato dentro perfetto un gianduiotto.segnaposto_cinzia_02Le ho decorate per metà con una striscia di patterned natalizia rossa, e l’altra metà un’altra patterned a pois verde.

In tutte poi sopra ho fatto un giro di washi tape glitterato oro, mentre su del cartoncino bianco ho stampato i nomi e ritagliato a forma di bannerini.segnaposto_cinzia_03Ho applicato le bandierine con i nomi con del biadesivo spessorato, lasciando la seconda metà della bandierina libera, e gli ho dato poi una curvatura verso l’alto per dargli un maggior senso di movimento.segnaposto_cinzia_04Infine con gli avanzi delle patterned ho punchato dei fiocchi di neve, applicandoli “a contrasto” (i verdi sulle scatoline a fondo rosso, e i rossi su quelle a fondo verde) e al centro di ciascun fiocco ho completato con una piccola perlina bianca.

Abbastanza veloci ma molto carini..il washi tape glitterato fa sempre un grande effetto e per la tavola delle feste è perfetto!

Alla prossima con un altro round di segnaposto! :)

Francesca

Ed eccomi alla terza puntata dei miei regali di Natale, quest’anno non finisco più, ho proprio fotografato tutti tutti i regali creati da me, ho tralasciato solo quelli comprati e dei quali mi sono occupata solo dell’impacchettamento (almeno quelli…se no arriviamo a Pasqua).

scatoline_bimbi_01Queste scatoline sono piene di cioccolatini e di mini wafer, ed erano indirizzate a dei bambini/e; mi piace preparare per questi bimbi (le nipotine di mio marito e i bimbi dei miei vicini di casa) delle confezioni fatte da me, perchè nonostante siano ancora tutti abbastanza piccoli sono però molto sensibili alle piccole cose artigianali e fatte a mano (bravi ai genitori che hanno dato loro questa inclinazione).scatoline_bimbi_02Purtroppo non le ho fotografate aperte ma sono delle classiche explosion box la cui base è ricavata da un cartoncino bristol beige, e il coperchio da un foglio di  carta patterned proveniente da un kit natalizio.scatoline_bimbi_03A parte la costruzione della scatolina mi sono semplicemente limitata a decorare il coperchio con un fiocco fatto con la Envelope Punch Board, e impreziosito da un bel washi tape glitterato argento a stelline oro.

Anche qui ho applicato la stessa tag trovata su Pinterest, usata in precedenza nelle borsine.

Ciaoooo!

Francesca

Ciao a tutti,

eccomi oggi con un’altra tranche di regalini di Natale, molto molto home made sia nel packaging che nel contenuto.

Mentre l’anno scorso ho fatto i vasi di vetro decorati, con all’interno gli ingredienti per preparare i cookies (qui il vecchio post che ne parlava), quest’anno ho ulteriormente semplificato la vita ai “ricevitori” del regalo…i biscotti li ho preparati direttamente io :)regalini_colleghi_01Avevo proprio lì in serbo alcune ricettine di biscotti che volevo provare a fare da tempo, ma sono sempre frenata dal fatto che se li ho in casa inevitabilmente li mangio…per Natale invece mi sono scatenata tanto li ho regalati! :D

Ho fatto quindi dei biscottini di farina di mais a forma di stelle di varie dimensioni e decorati con le palline di zucchero (mix di colori natalizi), e dei biscottini di farina integrale e cacao a forma di fiocchi di neve (anche questi di 2 misure, una coppia di stampini molto belli comprati in fiera a Bologna in occasione dell’ultimo Food&Pastry).

Una volta raffreddati li ho confezionati nei sacchettini di cellophane per alimenti e chiusi con un cartoncino craft decorato da una striscia di washi e un’etichetta.

regalini_colleghi_02Poi ho comprato una confezione di tè nero biologico, e anche qui ho incellophanato 2 bustine assieme, chiudedo le sommità sempre con il washi tape.

Terzo passaggio (che non ho fotografato) ho preso dei cerini profumati dell’ikea e li ho decorati sul perimetro con del washi natalizio, e li ho incartati uno per uno anche questi in pezzetti di cellophane trasparente.

regalini_colleghi_03Ed eccolo qui il kit pronto! Biscotti, tè nero, la candelina profumata, e un tovagliolino a tema tè di Maison du Monde. Quando ho visto tutto lì assieme ho pensato “ehi ma questo è il perfetto kit di sopravvivenza all’inverno!” e quindi perchè non scriverlo? Ho tagliato una piccola tag che poi ho legato al manico della borsina e infilata dentro, con scritto appunto “kit di sopravvivenza all’inverno” :)

regalini_colleghi_04Ho inserito tutto nelle borsine e chiuse con un pezzo di carta fantasia che ho tagliato a coda di rondine, piegato e infilato nei manici della borsa (per fare ciò ho praticato un taglio sulla piegatura della carta, lungo a sufficienza da far passare entrambi i manici).regalini_colleghi_05Ho chiuso il taglio tra i manici con un pezzettino di washi, e applicato con del twine bianco e rosso una taggettina trovata su Pinterest e stampata, davvero molto molto carina.regalini_colleghi_06Ecco qua i regalini (questi e quelli della puntata precedente) pronti per essere consegnati! :)

A presto!

Francesca

Primo articolo dell’anno, buon 2016 a tutti!

Eccomi come d’abitudine a pubblicare dopo Natale una carrellata dei regalini appena preparati e donati.

Non è vero!!! :P Almeno non per me…per quanto mi riguarda è il primo anno (incredibile!) che mi ritrovo poco dopo Natale a fare questa cosa, perchè nei miei vari tentativi di tenere aggiornato il blog partivo piena di buoni propositi verso febbraio/marzo per poi interrompermi dopo pochissimi mesi/settimane, quindi non riuscivo mai ad arrvare a gennaio per mostrare i miei lavori natalizi…quei pochi li ho sempre pubblicati “fuori stagione” :)

IMG_1124.JPGQuest’anno invece (anzi, adesso bisogna dire “l’anno scorso”) sembra che io sia finalmente riuscita a trovare un mio ritmo e a mantenere il blog aggiornato con regolarità, quindi ecco una prima parte (ce ne saranno varie) del resoconto “regali post-Natale 2015”.

Inizio dalla prima cosa che ho preparato, questi sacchettini di dolciumi per le ragazze che lavorano in casa di riposo da mia nonna…

IMG_1125.JPGMi succede più o meno ogni anno per Natale, di avere un tot di persone, grandi e bambini, a cui non ho un regalo preciso da fare, magari perchè sono solo conoscenti, o chè…e quindi puntualmente opto per qualcosa che in genere piace a tutti: i dolci.

Così parto alla volta del supermercato e compro un po’ di sacchetti vari di dolciumi…spazio tra torroncini, cioccolatini, praline, caramelle, gianduiotti, mini wafer…dipende, ogni volta è diversa, vedo cosa c’è e cosa mi attira, e dopo una buona mezz’ora di meditazione nel reparto delle strenne natalizie, me ne esco con una bella borsa iper glicemica…e poi via, a casa a fare tutte le mie suddivisioni :)

IMG_1123.JPGAvevo in casa questi sacchettini di carta craft a base larga, che erano perfetti per questo lavoro; li ho riempiti con un po’ dei miei acquisti e chiusi molto semplicemente con un pezzo di juta rossa e una carta scrap a fantasia natalizia che ho tagliato a coda di rondine. Ho praticato 2 forellini dove far passare il cordoncino per chiudere, nel quale ho anche infilato la tag con gli auguri e il nome della persona a cui era indirizzato il pensierino.

Le ragazze hanno apprezzato…ma i dolciumi non sono finiti!

Quindi a presto per il “packaging seconda parte”! :)

Francesca

Bentornati!

Nell’articolo precedente avevo parlato dell’iniziativa promossa dal Canile di Imola “Regala una donazione”, solo citando anche gli altri gadget a disposizione per chi volesse fare una donazione al canile…

e quindi oggi ve li mostro, ecco le candeline CoALA!

IMG_1116.JPGOltre ai bellissimi calendari e a tanti altri oggetti che potete acquistare presso il banchetto del Canile ci sono queste simpatiche candeline (profumatissime!) che io ho decorato, creandone 2 versioni.

IMG_1117.JPGLa prima più semplice, ma perfetta se dovete fare un piccolo pensiero, o se vi piace integrare una cesta di Natale o un altro bel regalo con un piccolo gesto solidale. Un giro di washi tape in varie fantasie (in foto la versione dorata a stelline), cartoncino con il logo, e un ricciolino arancione, colore sociale che ormai contraddistigue la cooperativa CoALA.

IMG_1118.JPGLe seconde sono invece per chi apprezza un packaging un po’ più elaborato, e magari vuole dare maggiore “importanza” al regalo.

Dei finti cartoni del latte che racchiudono la candela, visibile dalla finestrella trasparente, ed ovviamente il solito logo e ricciolino.

IMG_1119.JPGQuesti invece sono alcuni esempi dei biglietti a disposizione per chi decide di regalare una donazione!

Ricordo che questi ed altri gadget sono disponibilipresso la sede del Canile di Imola in Via Gambellara negli orari di apertura al pubblico, e nei giorni del mercatino di Natale in centro storico a Imola presso il banchetto CoALA!

Chiedo scusa per le foto ma in questo periodo piuttosto intenso per via del Natale sto facendo i miei lavoretti ad orari assurdi, e quando arrivo a fare le foto che solitamente sono l’ultima cosa prima di andare a dormire, sono talmente cotta che non sono in grado di fare di meglio…mi perdonerete :)

Ciaoooo!

 

 

Ciao!

Oggi vi voglio segnalare un’iniziativa importante alla quale potete partecipare da qui a Natale ma non solo, perchè è valida ogni volta che volete fare un regalo “speciale”.

Il Canile di Imola quest’anno oltre agli ormai abituali gadget (calendari, candele, etc) promuove l’iniziativa “regala una donazione”. Potete infatti scegliere di fare una donazione al canile e regalarla a qualcuno, al posto di un regalo di Natale “materiale”.

Decidere di donare in beneficenza quanto solitamente destinato ai regali, nella fattispecie quelli di Natale, è un bellissimo gesto ed è altrettanto bello secondo me poterlo fare per un’iniziativa “locale”, dove puoi andare a vedere in prima persona il lavoro che viene svolto, l’impegno, e le necessità che ci sono. Ovvio che la beneficenza è sempre una cosa giusta ovunque essa arrivi, ma a me così piace ancora di più.

Ovviamente io mi occupo del lato “artistico” di tutto ciò, e dunque preparo i biglietti che vengono consegnati a fronte della donazione, biglietti da consegnare poi alle persone che riceveranno al posto del regalo la donazione al canile.

Il caso fotografato in realtà è leggermente diverso, perchè a fare la donazione al canile non è stato un privato ma una signora titolare di un centro estetico. Non so il nome del centro ma mi piacerebbe molto per farle un po’ di spudorata pubblicità, perchè l’idea che ha avuto è davvero nobile e andrebbe premiata.

IMG_0974.JPGQuesta estetista ha deciso di destinare al canile di Imola come donazione, il denaro che solitamente spende per i gadget natalizi da regalare alle proprie clienti. Che dire…io approvo in pieno, brava!!!IMG_0976.JPG…E quindi non volevo fare un semplice biglietto, ho studiato qualcosa che poi lei possa esporre presso la sua attività, in vista, in modo che le clienti possano leggerlo.
Niente di meglio quindi di una easel card, che una volta aperta può essere posizionata in piedi su un ripiano, e quando non servirà più basta riappiattirla, per riporla senza che occupi inutile spazio.

IMG_0975.JPGNon sto qui a spiegare il procedimento perchè è davvero banale e comunque facilmente reperibile su internet. Nella mia versione ho usato del cartoncino kraft bianco e rosso, del washi tape glitterato oro, un vecchio timbrino di un set natalizio della Pennyblack, e dei finti bottocini di cartone comprati in fiera qualche mese fa; ho chiuso il tutto in una busta home made sempre di cartoncino rosso, sigillata a sua volta da una fascetta fatta con un punch di Martha Stewart e del nastro di stoffa bianco.

Il Canile di Imola è a disposizione per questo ed altri regali natalizi sia presso la propria struttura di via Gambellara negli orari di apertura al pubblico, sia in centro a Imola nei giorni dei mercatini di Natale con il proprio banchetto!

Che dire, spero di ricevere la chiamata dal canile del tipo “Fra, ci servono altri bigliettini per le donazioni, li abbiamo finiti tutti!!!” :)

Ciaoooo

Rieccomi,

lasciare indietro dei collage di foto già pronti da pubblicare forse ha funzionato, oggi proseguo la carrellata dei miei lavori fatti per questo Natale 2014.

So che oramai a febbraio possono essere inutili, ma magari no, per quelle che come me si appuntano durante tutto l’anno le varie ispirazioni per il Natale e poi al momento giusto ne usufruiscono.

Nell’articolo precedente vi avevo mostrato la mia ghirlanda fuori porta e gli addobbi preparati per l’albero, e vi avevo anticipato di dovervi ancora mostrare il presepe e il villaggino di Natale in vaso.

Del presepe in realtà non ho fatto molto se non posizionarlo, è già bello da sé che ho pensato non avesse bisogno di nessuna mia personalizzazione.

In realtà non è il mio, ma di mia suocera che me l’ha gentilmente prestato (forse vedendo che al 7 di dicembre ancora non mi ero decisa a comprarne uno).

IMG_7488.JPG

E’ in legno di ulivo, e arriva direttamente da una vacanza (non mia, ma di mia suocera appunto) in Terra Santa.

Io non ho fatto altro che metterci sotto un pannolenci stampato natalizio, trovato a Mondo Creativo e per illuminarlo, dato che non sopporto vedere dello sfilacciume qua e là, ho usato i cerini elettrici dell’ikea.

Ed ora veniamo a questi benedetti vasi…sono ossessionata dai vasi di vetro, mi piacciono tutti, grandi, piccoli, panciuti, alti e snelli, tutti! Ogni volta che ne vedo mi incanto ad osservarli presa dall’impulso di comprarli perché “questa misura qui secondo me non ce l’ho!”!

IMG_7486.JPG

Era da dire che mi sarei innamorata dei villaggi in vaso, o non so come si chiamano…ma penso abbiate capito. Su Pinterest ce ne sono a volontà e alcuni sono davvero meravigliosi, li volevo anch’io! E così, un po’ alla volta, man mano che trovavo ciò che faceva per me ho iniziato ad accumulare il materiale necessario…ed eccoli qua! Ne ho fatti 3, mi sembrava il numero giusto per essere usati come centro tavola in sala :)

IMG_7484.JPG

Quello grande contiene il vero e proprio villaggino di Natale, con una chiesa, una casetta, degli alberi, e anche se poco proporzionata, una renna su una slitta.

Nel vaso medio ho riproposto gli stessi alberelli e a farla da padrone una Sacra Famiglia (sempre trovata in fiera).

Infine c’è il piccolino, che già solo perché è piccolo è carino! Qui lo spazio era proprio poco, giusto per un alberello e la renna sorella dell’altra :)

IMG_7485-0.JPG

Per fare il fondo ho usato del sale grosso mischiato a del glitter bianco, ma il sale era VERAMENTE grosso e quindi ho fatto un po’ fatica, sia a sistemarci le lucine in mezzo che a posizionare i vari elementi in superficie!

Anche se non si vedono ho lasciato i pulsanti di accensione delle luci in posizione relativamente accessibile (basta sradicare un attimo la chiesa e un albero e si accende il tutto), primo perché non mi andava di lasciare le lucine perennemente accese, e secondo perché conto di non disfare i vasi ma di metterli via così come sono (anzi, veramente l’ho già fatto :) ) e ritirarli fuori il prossimo Natale per poterli riutilizzare esattamente così (lucine comprese).

Altre foto che ho fatto…stavolta non agli addobbi di casa ma ai pacchetti preparati quest’anno!

IMG_7482.JPG

Come al solito ho usato una linea più o meno comune per tutti i regali, quindi borsine kraft, e tag in cartoncino Kraft decorate con del nastro adesivo Ikea e un bellissimo nastro adesivo glitterato verde trovato da Tiger.

Ai regali ogni anno si aggiunge qualche card di auguri che mi piace spedire a quelle persone che non riesco raggiungere fisicamente con un regalo :)

IMG_7481.JPG

Quest’anno mi sono divertita a giocare sovrapponendo vari timbri e colori diversi…anche questa un’idea trovata su Pinterest.

Concludo questo “tour virtuale” con qualche foto di altri piccoli addobbi e regali…

IMG_7491.JPG

e chissà, se riuscirò a pubblicare un altro articolo a breve! :)

Vado a ritroso, e dopo avervi mostrato i lavori di Natale…il prossimo obiettivo sarà mostrare i lavori fatti per il mio matrimonio, ma lì la vedo già più dura, perché ho ancora sparse qua e là le foto dei lavori e delle varie fasi, quindi prima ci vorrà un po’ a rimettere insieme i pezzi!

Ciaooo!

Francesca