Articoli

Ciao!

Il lavoro di oggi ci ha messo un po’ per venire alla luce, un po’ perchè le tecniche usate non sono per niente nelle mie corde, un po’ perchè non sapevo bene che uso farne ma non volevo “sprecarlo” per il solo desiderio di concluderlo velocemente…poi finalmente è arrivata l’occasione, una mia collega ha cambiato casa e quindi mi è sembrato l’oggetto giusto per farle un piccolo pensiero in occasione della sua casa nuova.img_2787.jpg

Questo progetto risale al 31 gennaio scorso, dove ad un meeting ASI Emilia Romagna la bravissima Helga ci ha proposto questo che in realtà doveva essere un minialbum…sono stata io successivamente a volerlo rendere un portafoto, per l’occasione.

img_2788.jpgLe tecniche sono nel classico stile d Helga, quindi abbiamo pastrocchiato tantissimo, con colori spray, distress, etc etc…tutte cose lontanissime dal mio modo abituale di scrappare, ecco perchè “non nelle mie corde”; questo però non significa che non mi sia divertita, non c’era un dito che non fosse imbrattato di colori, è stato un corso molto carino e con la solita pazienza, gentilezza e disponibilità che contraddistingue Helga.

img_2789.jpgMa veniamo a noi, come dicevo ho molto semplificato il progetto, riducendo quello che doveva essere un minialbum composto da varie pagine, in stoffa, tele e carta, a 2 sole pagine, 2 coppie di tele 15×20 che unite tra loro hanno formato questo portafoto utilizzabile da entrambi i lati.img_2791.jpgNon mi soffermo sulle tecniche usate per creare gli sfondi perchè non sarei in grado nè di spiegarle nè di replicarle :)

Per gli abbellimenti invece ho usato sia dei timbri e delle fustellate che ci aveva dato Helga (bellissime in particolare le 2 fustellate in gomma crepla nera “home sweet home” e “maison du bonheur”), sia dei miei timbri di una vecchia linea di Kesi’art.

img_2790.jpgEcco un collage con le 2 viste per intero del portafoto, da un lato e dall’altro! Non esiste un fronte e un retro in realtà, perchè entrambe le facciate sono utilizzabili allo stesso modo…così ogni tanto si può cambiare :)

Fuori uno da sopra la scrivania, finalmente! :)

Ciaooo

Francesca

 

Ciao! Quando si dice che le cose non succedono a caso…

Tempo fa avevo preparato per il canile di Imola delle targhette da porta, con frasi inerenti ovviamente ai cani. E’ stato un lavoro fatto molto in velocità, finito la sera tardissimo (che poi è la regola, ma questo era particolarmente tardi), e quindi nella fretta di consegnarli subito il giorno dopo non ho fatto foto da mettere sul blog.

Ma…IMG_0174.JPG…dopo qualche settimana è successo che le ragazze del canile mi hanno detto “non è che ci rifaresti qualcuna di quelle targhette…sono andate a ruba”! …pronti! :D

Servita l’occasione su un piatto d’argento, stavolta non ho fatto la pigra e le ho fotografate :)IMG_0173.JPGSono molto semplici, carte da scrap un po’ spesse per dare un po’ di sostegno alla targhetta, frase stampata su del bristol bianco, e cordoncino di cotone!

Ovviamente potete ancora trovarle presso Canile di Imola in cambio di un’offerta per i suoi ospiti.

Alla prossima :)

Francesca

 

Ciao a tutti!

Dalla cornice per una bambina, ad un’altra cornice per una bambina :) ma un po’ più grande!

La bimba dei nostri vicini di casa storici quest’anno ha fatto la sua Prima Comunione, così ho pensato di prepararle una cornice dove poter mettere la foto che più preferisce di questo giorno così importante per lei.IMG_8834.JPGLei ama i toni del rosa e del viola e avevo una carta che era perfetta per questo, ma in casa non avevo una cornice adeguata! Così, ho preso una cornice verde acido che avevo lì da un po’, e con i colori di TommyArt l’ho adattata alle mie esigenze!

Avevo paura che quel verde così forte potesse intravedersi anche dopo la pittura, e invece con 2 mani di color tortora si è coperto perfettamente e la cornice sembra un’altra.IMG_8833.JPGLa carta era già molto bella di suo quindi non ho fatto molto; ho inserito il riquadro per la foto, una piccola bandierina con stampato il titolo, e fuori ho incollato sulla cornice dei fiori.

E’ tutto, alla prossima!

Francesca

Per il primo compleanno di una bimba ho pensato di regalarle una cornice decorata, dove mamma e papà potessero mettere una sua foto a piacere, magari di quel giorno o alla quale sono affezionati.cornicealice01Per ricoprire la cornice ho usato una vecchissima carta della Kaisercraft (gli albori dello scrap!) che incredibilmente ancora adesso, dopo anni e anni, mi piace un sacco! E’ davvero raro che questo succeda, negli anni le fantasie delle carte si sono evolute tanto, e carte che una volta sembravano bellissime (anche vista la scarsità che c’era), ora magari ci fanno schifo e le usiamo a rovescio, nella parte bianca :)

A questa carta ne ho abbinata una di Kesiart a pois (già vista qui), con la quale ho anche tagliato nella Silhouette la scritta “Alice”cornicealice02Sempre con la Cameo ho tagliato su del bristol bianco una staccionata, ed infine ho applicato dei fiori molto simpatici e un po “naif”, che fanno parte di un kit di abbellimenti pretagliati.

Spero sia piaciuta anche ai destinatari! :)

Ciaooo

Francesca

Ciao a tutti!

Stavolta non un lavoro nuovo ma quasi :)

Avevo già fatto diversi anni fa un portalettere, tanto che è stato visto e una conoscente mi ha chiesto se gliene preparavo uno.portalettere01Io non sono per niente brava con i pennelli, ma lavorare in un oggetto così grande solo con delle carte mi sembrava un po’ limitante, così ci ho provato; qualcosa di semplice, giusto un po’ di bianco per spezzare tutto quel color legno, ed ecco cosa è venuto fuori:portalettere02Dopo fortunatamente mi sono venute in aiuto le carte! :)

Ho usato la mia cara carta a pois verde di KesiArt (la uso un po’ dappertutto), del bazzil marrone e una carta in arancio e bianco di cui non ricordo l’origine :)

Alla prossima e buon week end!

Francesca

Ero certa che in tutto il mio farfugliare mi sarei dimenticata qualcosa :)

e non escludo di aver tralasciato dell’altro! Ma per ora questo è quello che mi viene in mente (anzi a dire il vero quello che mi ha fatto venire in mente il pc, perchè è stato proprio lì, guardando la cartella senza fondo “foto da sistemare”, che mi è venuto in mente di aver dimenticato questi lavori):Abbiamo fatto la lista nozze in agenzia viaggi, per cui occorreva un quaderno delle dediche da lasciare appunto in agenzia.quadernoagenzia02Ho trovato al supermercato questo quadernino formato A5, stile Moleskine ma più economico…mi è piaciuto molto, sia la tonalità di marrone sia la rilegatura, perchè per tutta la lunghezza della costa ha una cucitura con un filo di cotone in tinta bello spesso, proprio come se fosse passato sotto la macchina da cucire.quadernoagenzia01Io ho solamente decorato la copertina e scritto un piccolo pensiero nella prima pagina, usando degli avanzi di bristol e carte da scrap che avevo in casa.regalinimatrimonio01Questi invece sono alcuni dei pensierini fatti a persone vicine o a chi quel giorno c’era e ha lavorato per noi :)

Sopra una cornice Ikea per i nostri vicini di casa (anzi ora dovrei direi miei ex vicini di casa); sono venuti troppo bene in questa foto, non potevo non regalargliela!regalinimatrimonio02Sempre con le cornici Ikea utilizzate per l’allestimento dei tavoli del ricevimento, e dopo sfruttate per regalini vari, ho fatto una cornice molto semplice per il parroco che ci ha seguito e sposato…anche per lui mi sembrava carino pensare ad un ricordo di quel giorno :)

Ne sono seguite altre ad amici, nonni etc etc…ma non le ho fotografate tutte ^_^regalinimatrimonio03Questo è un mini mini album fatto per la fioraia; un po’ di foto della chiesa, perchè potesse portare con sè il ricordo del suo lavoro…regalinimatrimonio04Stessa cosa per la parrucchiera, ma ovviamente qui le foto sono quelle della preparazione e dei miei capelli :)regalinimatrimonio05Ed infine per il pasticciere, con qualche foto della torta che potrà così mostrare ad altri sposi come a suo tempo ha fatto con noi :)

Per ora è tutto ma chissà, se dovrò tornare sull’argomento con qualche altra dimenticanza! :D

Ciaooo

Vi ricordate questo articolo?

Finalmente ho finito la targhetta per la porta che abbiamo fatto al meeting ASI di febbraio.

E’ stata lì sulla scrivania un tot, non sapevo bene come completarla, poi mi ero stancata di vederla lì ed ero impaziente di appenderla, quindi per terminarla ho optato per qualcosa di veloce e molto semplice! Poi nulla vieta di rimetterci mano in futuro..

IMG_7930.JPGCopiando l’idea del fil di ferro di Ste Creazioni ho passato il filo da foro a foro creando in alto al centro l’anello per appenderla; perchè alle estremità non si sfili dai fori, ho semplicemente “arricciato” il filo arrotolandolo intorno ad una penna, in questo modo non passa. E’ molto carina come idea, l’ho vista nella targhetta di Stefania e gliel’ho copiata.IMG_7931.JPGVisto che il fondo è nero, per il fiocchetto ho usato un gros grain nero a pois bianchi, e per fare il nodo al centro invece un cordino di cotone beige, perchè usare lo stesso nastro a pois non era un gran chè, era troppo largo e il fiocco risultava bruttino.

In questo modo poi il cordino mi è servito anche per legare il fiocco finito al fil di ferro.

Ed eccola appesa alla porta, finalmente :)

IMG_7983.JPGMi piace già così, poi chissà, magari mi viene qualche idea per arricchirla di più, ma per ora no, mi piace così com’è :)
IMG_7984.JPG

A presto!

Francesca

Bentornati!

Ancora in fase di ripresa dai 2 giorni di mercatino, oggi sarò rapida :)

In occasione della nascita di una bimba, ho regalato una delle mie cornici scrappate, ed ho voluto abbinarle una card con tema e colori che si assomigliassero il più possibile…

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questa timbrata è molto bella, ma a colorarla tutta temevo che diventasse “troppo”…così ho voluto provare a colorare solo 2-3 particolari del soggetto, e vi dirà che l’idea non mi dispiace affatto :)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Eccole assieme prima di essere impacchettate e consegnate! :)

Ciao a tutti!

Oggi vi mostro il secondo corso che ho tenuto a settembre in Cantinaccia a Castel del Rio.

Abbiamo realizzato un pannello da porta con la scritta “Welcome”, utilizzando stoffa, carta, e materiali di riciclo.

L’anima infatti consiste in un cartoncino spesso, ricavato da uno scatolone o da confezioni varie, ed è stato leggermente imbottito con l’imbottitura sintetica sottile, quella (per intenderci) che si usa anche in inverno per rivestire i termosifoni. Il tutto è stato rivestito davanti con della stoffa e dietro con della carta, e sopra, sul fronte, abbiamo cucito un altro pezzo di carta da scrap (una collezione della 4heures37 che potete trovare nel negozio di Patty) con le varie decorazioni.

Come al solito le ragazze sono state molto brave, e anche se non credevano di potercela fare (quando hanno visto ago e filo si sono allarmate!) in realtà sono usciti dei lavori molto belli! :)

Bene, finalmente ci siamo, per cui vi ricordo che domani e domenica, potrete trovarmi al mercatino in occasione di ImolANatale! Vi aspetto a Imola sotto al centro cittadino! :)