Articoli

Ri-ciao!

Promesso, questa è l’ultima volta che vi parlo dei regali di Natale, per questo giro!

Mi sembra proprio che queste siano le ultime che ancora mi restano da farvi vedere…anzi, chiedo scusa in anticipo per la schifezza delle foto, ma qui ero proprio alla frutta, tipo al 23 dicembre tarda notte, erano le ultimissime cartucce che stavo sparando e non ne avevo davvero più per fare delle foto curate :)

tazze_01Ho trovato queste belle tazze, e nella scia della produzione indutriale di biscotti ho pensato bene di regalare delle coppie di tazze, piene al loro interno di biscottini fatti con la sparabiscotti che ho ricevuto in regalo per il compleanno :)

Ero iper curiosa di provare questo strano attrezzo e devo dire che è anche stato divertente, dopo poche sparate ci avevo preso la mano! Poi va bè, dopo un po’ divertente non lo era più, ma solo perchè avremo sfornato qualcosa come 200 biscotti circa (solo quelli fatti con la sparabiscotti…più quelli che avevo già preparato in precedenza al mais e cacao).

Per il corretto funzionamento bisogna seguire alcune ricette ideate apposta per la sparabiscotti, io in questo caso ho usato la ricetta della pasta frolla montata di Misya, un blog di cucina che mi piace moltissimo e che per me è davvero un punto di riferimento. Anche lei ha usato questa preparazione per la sparabiscotti, per cui oltre alla ricetta ho seguito alla lettera anche i suoi consigli, che si sono rivelati molto utili.tazze_02Ho messo dentro ad ogni tazza un sacchettino di cellophane e li ho riempiti con i biscotti. Chiusi con del nastrino da pacchi natalizio e imbustati nelle mie solite borsine craft, chiuse a loro volta con dei pezzetti di washi tape e la tag-tormentone di questo Natale dove ho scritto a chi erano indirizzate.

Quando trovo una tag che mi piace per Natale tendo ad usarla in maniera massiva, lo preferisco piuttosto che fare un mix perchè poi vista la mia memoria da criceto in prognosi riservata rischio l’anno dopo di rimandare una tag uguale alla stessa persona. Invece così so che quell’anno tutti hanno ricevuto quella tag, e l’anno prossimo avanti un’altra per tutti e così via :)

A presto per l’ultimo round dell’altro tormentone, quello dei segnaposto! :)

Francesca

Ciao!

Faccio una piccola pausa dalla carrellata dei regali di Natale, per entrare in un altro tunnel…quello dei segnaposto per le feste.

Già, perchè anche in questo caso ci saranno più puntate…

Poco prima di Natale, quando ho scritto l’articolo sui segnaposto fatti per l’addio al nubilato della mia collega, non avevo minimamente pensato che proprio in quei giorni sarei stata alle prese con una produzione intensiva di segnaposto! Nel giro di 2 giorni mi sono arrivate diverse richieste, e quindi mi sono trovata a fare 3 gruppi diversi di segnaposto…segnaposto_cinzia_01Quello di oggi è il primo della serie, sono 10 segnaposto fatti con le scatoline dei fiammiferi neutre bianche comprate da Opitec, di cui avevo lì una piccola scorta (e che ora dopo questa ondata è da rimpinguare al più presto perchè sono rimasta senza).

La persona che me le ha richieste le ha poi riempite con 1 cioccolatino ciascuna, per dovere di cronaca mi ha detto che ci è stato dentro perfetto un gianduiotto.segnaposto_cinzia_02Le ho decorate per metà con una striscia di patterned natalizia rossa, e l’altra metà un’altra patterned a pois verde.

In tutte poi sopra ho fatto un giro di washi tape glitterato oro, mentre su del cartoncino bianco ho stampato i nomi e ritagliato a forma di bannerini.segnaposto_cinzia_03Ho applicato le bandierine con i nomi con del biadesivo spessorato, lasciando la seconda metà della bandierina libera, e gli ho dato poi una curvatura verso l’alto per dargli un maggior senso di movimento.segnaposto_cinzia_04Infine con gli avanzi delle patterned ho punchato dei fiocchi di neve, applicandoli “a contrasto” (i verdi sulle scatoline a fondo rosso, e i rossi su quelle a fondo verde) e al centro di ciascun fiocco ho completato con una piccola perlina bianca.

Abbastanza veloci ma molto carini..il washi tape glitterato fa sempre un grande effetto e per la tavola delle feste è perfetto!

Alla prossima con un altro round di segnaposto! :)

Francesca

Ed eccomi alla terza puntata dei miei regali di Natale, quest’anno non finisco più, ho proprio fotografato tutti tutti i regali creati da me, ho tralasciato solo quelli comprati e dei quali mi sono occupata solo dell’impacchettamento (almeno quelli…se no arriviamo a Pasqua).

scatoline_bimbi_01Queste scatoline sono piene di cioccolatini e di mini wafer, ed erano indirizzate a dei bambini/e; mi piace preparare per questi bimbi (le nipotine di mio marito e i bimbi dei miei vicini di casa) delle confezioni fatte da me, perchè nonostante siano ancora tutti abbastanza piccoli sono però molto sensibili alle piccole cose artigianali e fatte a mano (bravi ai genitori che hanno dato loro questa inclinazione).scatoline_bimbi_02Purtroppo non le ho fotografate aperte ma sono delle classiche explosion box la cui base è ricavata da un cartoncino bristol beige, e il coperchio da un foglio di  carta patterned proveniente da un kit natalizio.scatoline_bimbi_03A parte la costruzione della scatolina mi sono semplicemente limitata a decorare il coperchio con un fiocco fatto con la Envelope Punch Board, e impreziosito da un bel washi tape glitterato argento a stelline oro.

Anche qui ho applicato la stessa tag trovata su Pinterest, usata in precedenza nelle borsine.

Ciaoooo!

Francesca

Ciao a tutti,

eccomi oggi con un’altra tranche di regalini di Natale, molto molto home made sia nel packaging che nel contenuto.

Mentre l’anno scorso ho fatto i vasi di vetro decorati, con all’interno gli ingredienti per preparare i cookies (qui il vecchio post che ne parlava), quest’anno ho ulteriormente semplificato la vita ai “ricevitori” del regalo…i biscotti li ho preparati direttamente io :)regalini_colleghi_01Avevo proprio lì in serbo alcune ricettine di biscotti che volevo provare a fare da tempo, ma sono sempre frenata dal fatto che se li ho in casa inevitabilmente li mangio…per Natale invece mi sono scatenata tanto li ho regalati! :D

Ho fatto quindi dei biscottini di farina di mais a forma di stelle di varie dimensioni e decorati con le palline di zucchero (mix di colori natalizi), e dei biscottini di farina integrale e cacao a forma di fiocchi di neve (anche questi di 2 misure, una coppia di stampini molto belli comprati in fiera a Bologna in occasione dell’ultimo Food&Pastry).

Una volta raffreddati li ho confezionati nei sacchettini di cellophane per alimenti e chiusi con un cartoncino craft decorato da una striscia di washi e un’etichetta.

regalini_colleghi_02Poi ho comprato una confezione di tè nero biologico, e anche qui ho incellophanato 2 bustine assieme, chiudedo le sommità sempre con il washi tape.

Terzo passaggio (che non ho fotografato) ho preso dei cerini profumati dell’ikea e li ho decorati sul perimetro con del washi natalizio, e li ho incartati uno per uno anche questi in pezzetti di cellophane trasparente.

regalini_colleghi_03Ed eccolo qui il kit pronto! Biscotti, tè nero, la candelina profumata, e un tovagliolino a tema tè di Maison du Monde. Quando ho visto tutto lì assieme ho pensato “ehi ma questo è il perfetto kit di sopravvivenza all’inverno!” e quindi perchè non scriverlo? Ho tagliato una piccola tag che poi ho legato al manico della borsina e infilata dentro, con scritto appunto “kit di sopravvivenza all’inverno” :)

regalini_colleghi_04Ho inserito tutto nelle borsine e chiuse con un pezzo di carta fantasia che ho tagliato a coda di rondine, piegato e infilato nei manici della borsa (per fare ciò ho praticato un taglio sulla piegatura della carta, lungo a sufficienza da far passare entrambi i manici).regalini_colleghi_05Ho chiuso il taglio tra i manici con un pezzettino di washi, e applicato con del twine bianco e rosso una taggettina trovata su Pinterest e stampata, davvero molto molto carina.regalini_colleghi_06Ecco qua i regalini (questi e quelli della puntata precedente) pronti per essere consegnati! :)

A presto!

Francesca

A volte basta davvero poco per realizzare qualcosa di utile, parlo sia in termini di tempo che di materiali…la più è davvero solo pensarci! :)

Mi serviva qualcosa da tenere in borsa, dove poter buttare gli scontrini quando faccio acquisti, perchè poi a casa a tempo perso li riprendo fuori e metto via quelli che sono da conservare, mi registro le spese fatte, etc etc…e puntualmente finora mi ritrovavo con tutta questa serie di cadaveri stropicciati in giro per la borsa, e per essere sicura di recuperarli tutti dovevo svuotarla completamente e rovistare tra il contenuto (e il che è tutto dire, con la mia borsa da Mary Poppins…).

Così l’altro pomeriggio, avevo mezz’oretta di tempo e, ispirata da un bellissimo bloc notes visto all’ultimo meeting regionale ASI e fatto da Ste, ho fatto questo mini-portadocumenti

IMG_7686.JPG

E’ proprio grezzo grezzo, in tutti i sensi, ma il suo lavoro lo fa :)
Ho preso un pezzo di cartoncino di recupero bello spesso, a voler essere fini e usare qualcosa di nuovo e intonso si potrebbe utilizzare un pezzo di cartone da cartonaggio…ma il mio non lo era, sarà stato sicuramente un avanzo di una qualche scatola/confezione di non so che, non ne ho idea! Ma la fortuna è stata che era completamente pulito, e visto che a me piace il color kraft, “grezzo”, ho deciso di lasciarlo appunto così scoperto, al naturale, senza rivestirlo con altre carte come si fa solitamente.

L’ho quindi tagliato a metà, e riunito le 2 parti leggermente distanziate tra loro con del normale nastro di carta.

Sopra al nastro di carta, come unica decorazione di tutto il lavoro, si può dire, ho applicato un washi tape a cuoricini, sia davanti che sul retro, e sia dentro che fuori…angolini compresi :)

IMG_7700-0.JPG

Teoricamente così era già finito…davvero 10 minuti, non di più!

Per puro gusto personale ho voluto creare anche la chiusura, una linguetta fatta con un pezzo di cartoncino bristol beige e 2 quadratini di calamita adesiva.

Un timbro “TICKET” e uno sticker a forma di freccia completano la decorazione della parte frontale. IMG_7689-0.JPGAll’interno per nascondere le giunture del washi tape messo negli angolini ho rivestito con del bristol bianco; la freccetta che vedete in alto invece è una graffetta (dell’Ikea), dove andrò a fermare i miei scontrini.
Davvero facile e poco impegnativo, ma sicuramente utile! :)

A presto!

Francesca