Articoli

, ,

Per Pasqua…poca carta ma tanti dolci :)

Ciaoooo e bentrovati!

E’ passato un po’ di tempo dall’ultimo articolo del blog, mi sto divertendo con alcuni lavoretti che non ho potuto mostrare subito (per alcuni dovrò ancora attendere) e quindi sono stata frenata… :)

In attesa quindi di poter pubblicare altri progetti di carta, oggi vi mostro la mia produzione pasquale di torte :D

Da quando ho scoperto questa seconda passione ho preso l’abitudine di usare spesso torte e biscotti come regalo, in occasione di festività e ricorrenze…e devo dire che è una scelta sempre apprezzata! In fondo un buon dolce si mangia sempre volentieri :)

E così la scelta per questa Pasqua è ricaduta su un grande classico….la torta di ricotta e mandorle, dalle mie parti denominata anche “torta degli sposi”.

Ho sempre mangiato quella che si compra dal fornaio/pasticceria, mi piace molto, ma non mi sono mai interessata di avere la ricetta, non so bene il motivo.

Poi lo scorso inverno ho partecipato ad un corso di cucina e ad una delle lezioni è capitata proprio lei…la torta degli sposi!

Quella sera al corso l’abbiamo fatta, era buonissima, e dopo un po’ l’ho replicata a casa utilizzando la stessa ricetta…è stato un successo :D

E quindi perchè non rirpoporla a Pasqua sulle tavole di amici/parenti? Non so, la trovavo molto adatta alla Pasqua per via dei suoi ingredienti principali (ricotta e mandorle).

Stavolta quindi la ricetta non è presa da qualche blog di cucina che seguo, ma è quella dello chef Celotti che ci ha sopportato per tutti i 2 mesi del corso…per cui la condivido volentieri con voi, magari qualcuno vuole cimentarsi…ne vale la pena, anche perchè la preparazione è veramente semplicissima! Eccola qui:

INGREDIENTI (per una tortiera grande o 2 piccole):

500 gr di ricotta

6 uova

300 gr di zucchero

200 gr di farina di mandorle

200 gr di amaretti

liquore di mandorla amara o amaretto

COME SI FA:

La preparazione è davvero semplice! Tritare gli amaretti fino a ridurli quasi ad una farina; sbattere le uova con 200 gr di zucchero preso dal totale, dopodichè aggiungere la ricotta, la farina di mandorle e gli amaretti. Unire anche la mandorla amara (a vs. piacere, io per questa dose ne metto circa 2 cucchiai da minestra), e disporre il composto in una tortiera rivestita con carta forno; io in genere uso gli stampi di alluminio bassi da crostate, perchè questa torta mi piace non particolarmente alta.

Infornare in forno già caldo a 170 gradi per circa 30 minuti. Nel frattempo preparare lo sciroppo sul fornello, mescolando in un pentolino i 100 gr di zucchero avanzati, 100 gr di acqua e un po’ di liquore di mandorla amara (anche qui a piacere, partite con un cucchiaio grande, poi assaggiate ed eventualmente aggiungete).

Sfornare la torta e dare una prima pennellata generosa di sciroppo sulla superficie; togliere dallo stampo solo quando sarà ben fredda (è una torta piuttosto delicata, se è ancora calda si rompe!), e ripetere l’operazione di bagnarla con lo sciroppo 2-3 volte a distanza di tempo; sulla superficie dovrà rimanere un velo lucido di sciroppo che non riesce ad assorbirsi.

NOTE:

A me piace così, molto sciropposa, da mangiare con il cucchiaino…ma questa penso sia una questione di gusti personali, potete benissimo lasciarla anche un po’ più “asciutta”, sarà sufficiente qualche passata in meno di acqua e zucchero.

Per una tortiera come quelle in foto da 22-24 cm vi consiglio di dimezzare le dosi che ho indicato.

Conservatela in un luogo fresco o se non lo avete meglio in frigo, anche se in genere non si corre il rischio che vada a male, finisce sempre molto prima.

Mi raccomando se la provate fatemi sapere com’è andata! :)

Ciaooooo!

Francesca

, , ,

Ancora piccoli preparativi di Pasqua

Ciao a tutti!

spero abbiate passato una buona Pasqua…

quelli di oggi fanno sempre parte dei piccoli pensierini pasquali di quest’anno e sono per i 3 bimbi dei miei vicini di casa.

Ho confezionato gli ovetti e le caramelle in 3 mini vassoi…sarebbero in realtà dei piccoli stampini di cartone per alimenti (ho questa versione quadrata, più altri tondi e rettangolari), che ho sfruttato come mini-cestini.

Trattandosi di 2 femmine e un maschietto ma i cestini erano tutti bianchi e rosa, ho cercato di differenziarli in altra maniera…

All’interno oltre ai dolcetti ho inserito una piccola fornima in feltro, e precisamente ho realizzato per le bimbe un uccellino fucsia con l’ala in carta patterned rosa/viola, un brad come occhietto, e un nastrino infilzato sulla schiena per poi dargli la possibilità di appenderlo.

Per il maschietto invece ho unito tra loro 2 pezzi di feltro giallo e beige tagliati “a onda”, sui quali ho poi applicato una ulteriore formina in feltro molto carina, a forma di balena (uno dei miei acquisti fatti da Michaels durante il viaggio di nozze a New York, questi animaletti adesivi :) )Ho chiuso il tutto con il cellophane trasparente, un nastrino Ikea super colorato, e una mini tag decorata con auguri e destinatari.

Speriamo che abbiano gradito! :)

Ciaooo

Francesca

, ,

Uova in arrivo

Bentornati!

Ci siamo, Pasqua è veramente alle porte, e io come al solito ho preparato qualche piccolo pensierino…

oggi ve ne mostro un tipo, è davvero veloce da realizzare per cui potrebbe esservi di ispirazione per qualche mini regalino dell’ultimo minuto :)

Quello che vi occorre è un cartone portauova da 2; avevo fatto la stessa cosa qualche anno fa con i portauova classici da 6…questa è una variante in miniatura, fatta recuperando quei cartoni delle uova con i quali confezionano gli ovetti Kinder in questo periodo pasquale.

Io non ho fatto altro che applicare una carta patterned sul coperchio, li ho riempiti di ovetti di cioccolato e chiusi con un nastrino di organza in tinta.

Nel fiocco ho infilzato una spillettina in pannolenci a forma di rosa, sempre fatta a mano con la fustella della Big Shot che quasi tutte le scrapper hanno nel proprio repertorio :)

Per completarlo una mini tag bianca decorata con la stessa carta del portauova, e gli auguri. :)

Veloci ma carini, poi a me l’accostamento giallo-viola piace sempre tanto!

A presto e tanti auguri di Buona Pasqua a tutti!!!

Francesca

, , ,

Coniglietti di Pasqua

Eccomi qui di nuovo, con un lavoretto di packaging molto veloce che ho fatto per Pasqua. Ho comprato per le nipoti di mio marito i coniglietti della Kinder…e secondo voi potevo consegnarglieli così, nudi e crudi?!

img_1886.jpgNo ovviamente :D e così ho preso 2 sacchetti di pergamino e ho fatto una confezione molto easy ai 2 coniglietti…così li trovo molto più presentabili :)

Ho chiuso il sacchetto con un punto di puntatrice, che poi ho nascosto con il nastro di tulle a fiorellini gialli, dal quale ho fatto pendere una taggettina rotonda con stampati degli animaletti pasquali.img_1887.jpgHo inserito i coniglietti in una borsina kraft (che non ho fotografato), e chiusa con una molletta di legno che fermava anche il bigliettino. Basta, già fatto! :)

Ciaooo

Francesca

, , ,

Ancora regalini di Pasqua…poi basta

Passato una buona Pasqua? Spero di sì.

Io ho lavorato ancora per dei regalini…

quando ho scritto l’articolo dei coniglietti, pensavo che quello fosse l’ultimo lavoretto che facevo quest’anno per Pasqua…e invece sabato, mentre l’articolo si pubblicava (io ho l’abitudine di mettermi lì a scrivere gli articoli quando ho tempo, a volte anche 2-3 di botto, poi ne programmo la pubblicazione in modo da farli uscire con una cadenza più regolare) io ero lì a preparare altri pensierini dell’ultimo minuto!

La colpa stavolta è di mia mamma che non sempre mi dice le cose con anticipo…

voleva fare un piccolo pensierino agli ospiti della casa di riposo dove si trova mia nonna, e alle ragazze che ci lavorano.

Avendo poco tempo a disposizione sono andata su qualcosa di già visto, fatto e collaudato…e quindi eccoli qui:

IMG_7985.JPGHo preparato dei segnaposto per decorare la tavola il giorno di Pasqua, facendo dei piccoli cestini con all’interno un cioccolatino ciascuno.

IMG_7986.JPGPer le ragazze invece ho alterato le confezioni delle uova, riempiendole poi con cioccolatini e caramelle

IMG_7987.JPGAvevo proposto questo progettino tempo fa ad un corso (qui) e aveva avuto molto successo, è un’idea originale per riciclare qualcosa che tutti abbiamo in casa, il contenitore delle uova

IMG_7988.JPGHo avuto un po’ da lavorare sabato, non tanto per il tipo di lavori che conoscevo già e quindi sono andata sul sicuro, ma per le quantità…alla fine però sono riuscita a terminare tutto e domenica abbiamo consegnato :)

Ciaooo!

Francesca