Ciao a tutti e bentornati!

Doveva essere questo il primo articolo dell’anno, sarebbe stato sicuramente più indicato…ma questa decisione che oggi vado ad esporvi è stata un’idea lampo venuta dopo che avevo già pubblicato il precedente articolo…chissà se sarà una buona idea!

In genere le cose le ragiono un po’ di più prima di partire a farle, bah, vedremo.

Da dove comincio…

Partiamo da qui, da questi bei 4 mega-panetti, per totali 2,550 kg di pasta frolla che stazionavano nel mio frigo la notte del…uhm direi 22 dicembre :)

Chi mi conosce sa che alla passione per lo scrapbooking e per le arti manuali in genere, si è affiancata da qualche anno anche la passione per la cucina, soprattutto da quando sono andata a vivere con mio marito e di conseguenza devo occuparmi quotidianamente dei pasti. In particolare però a me piace cucinare dolci, e ancor più in particolare non dolci inteso come pasticceria, ma i dolci più rustici e casalinghi, come biscotti, torte da credenza, crostate e quant’altro…

Ma c’è un altro MA :)

i dolci non mi accontento di farli buoni (o almeno spero), mi piace anche farli belli…perchè si sa, per prima cosa si mangia con gli occhi! E un po’ complice la manualità, un po’ aiutata dai tanti attrezzi che si trovano oggigiorno in commercio…i dolci mi vengono carini; tanto che da un po’ ho preso l’abitudine ad utilizzarli spesso come regalo verso amici e parenti…per il compleanno, natale, etc, vedo che alla fine i regali mangerecci sono sempre molto graditi e questo alimenta ancora di più la mia smania di sfornare! :)

Spesso il confine tra le mie 2 passioni è davvero una linea invisibile, soprattutto quando devo preparare dei regali, che ok belli dentro, ma se anche il packaging è gradevole è ancora meglio (della serie “accontentarsi mai”).

E allora se nella realtà c’è contaminazione tra le due cose, perchè non può esservi anche sul blog?! In fondo non sarò l’unica ad essere in questa situazione…e come spero che i miei articoli di scrap & c. possano essere di ispirazione ad altri, posso ambire a sperarlo anche per i miei lavori in cucina, no?

Ecco perchè ho deciso che da oggi compare un nuovo logo nelle mie foto…con l’aggiunta di un “baking” che vuole dire proprio questo! Ovviamente questa è una cosa del tutto simbolica, quello che conta è che saranno i contenuti a cambiare…anzi cambiare è inesatto, è più giusto dire che saranno integrati dalla cucina :)

Intendiamoci, non voglio certo mettere in piedi l’ennesimo blog di cucina di cui è pieno il web, alcuni peraltro eccezionali ed utilissimi ai quali io per prima attingo; come non intendo dispensare ricette mie (anche perchè io non ho ricette mie…come la stragrande maggioranza dei comuni mortali quando ho bisogno di una ricetta parto alla ricerca nei miei libri di cucina o su internet).

Voglio però dare un piccolo spazio sul blog alle mie creazioni mangerecce (che sempre di creazioni si tratta!), perchè in fondo fanno parte a pieno titolo dei miei hobby, quelli per cui questo blog è nato :)

Mamma mia come sono stata prolissa, chissà se qualcuno è arrivato in fondo…spero mi perdonerete!

Anzi, per farmi perdonare direi che la cosa migliore che posso fare (visto che non posso più offrirvi questi buoni biscotti in quanto finiti) è darvi il link della ricetta di questa ottima pasta frolla che ha dato alla luce il mio esercito natalizio di panda-orsetti-angioletti! Uno dei miei food-blog preferiti: Chiarapassion

Ciao, grazie e a prestissimo!

Francesca

Bentornati!

Questo che vi mostro oggi è un lavoretto vecchissimo, fatto davvero taaaanto tempo fa, addirittura per lo scorso Natale…ho scorso tutti gli articoli pubblicati fino a dicembre 2016 perché non ci credevo, e invece mi era proprio sfuggito, forse nel marasma delle foto dei lavori di Natale che effettivamente sono sempre tante, questo me lo ero del tutto dimenticata. Fa niente, recuperiamo oggi :)

Si tratta di un piccolo ricettario, faceva parte del regalo fatto ad una amica appassionata come me di cucina, e che come me ha il fornetto Versilia.Preciso subito che il contenuto, ossia la raccolta di ricette per il cornetto Versilia, non è mia ma l’ho trovata su internet, un pdf già di suo molto carino, pronto da stampare (se qualcuna è interessata contattatemi che cerco di risalire al link dove potete trovarlo).

Io l’ho appunto stampato e mi sono occupata di preparare la copertina; la destinataria di questo libricino è una patita di gufi e ama il rosa, quindi questa carta da scrap glitterata che giaceva lì da anni e anni (tra l’altro penso me l’avesse portata un amico da un suo viaggio negli USA) era perfetta per l’occasione, non ho dovuto pensarci su neanche un attimo! :)

Fuori come unica decorazione ho messo un bannerino con la scritta “Ricette” formata da letterine adesive in foam; la carta è già molto vivace di suo, quindi non ho voluto appensantirla con altri abbellimenti. Nell’interno della copertina ho previsto una piccola tasca con un bloc notes, a portata di mano per eventuali appunti relativi alle ricette!

E’ tutto anche per oggi, alla prossima!

Francesca

Proprio così, oggi vado un po’ fuori dai miei contenuti soliti, per dare spazio anche all’altra mia passione, quella per la cucina e in particolare per i dolci.

Spesso le 2 cose si amalgamano tra loro, perché mi diverto a preparare qualche dolcetto, magari già di suo esteticamente carino e curato, per poi confezionarlo in modo creativo e regalarlo a qualcuno.

E’ il caso di questi biscottini di farina di riso:Ho trovato una ricetta che mi ispirava, e non avendo mai fatto biscotti totalmente gluten free, sono stata curiosa di provare!

Mi sono piaciuti molto, ovvio la consistenza è un po’ “sabbiosa” tipica della farina di riso, ma li ho trovati dei perfetti biscottini da tè.

Inoltre mi sono divertita a renderli un po’ originali tagliandoli con uno stampino della Tescoma acquistato tempo fa, che taglia e “timbra” i biscotti con 5 motivi diversi (in commercio si trovano varie versioni di questo stampo, a tema Natale, animali o altro…io avevo comprato su Amazon questo con 5 diversi motivi geometrici).Infine perchè fermarsi qui? :)

i nostri sono finiti nel vaso dei biscotti, mentre quelli che ho portato a mia mamma li ho confezionati in una vaschetta di cartoncino di quelle da plum cake (acquisto fatto da Tiger) rivestita all’interno con un tovagliolo viola e chiusi in un sacchetto di cellophane! Una cosa molto semplice eh…ma si presentavano bene :)

Per oggi è tutto! Se qualcuno è interessato alla ricetta (che ripeto non è mia ma l’ho trovata in un qualche blog di cucina che ora non ricordo) la passo volentieri, chiedete pure :)

A presto!

Francesca

Bentornati!

Oggi penso di chiudere la carrellata di regalini di Natale, con queste zuppe in vaso :)

2 anni fa avevo preparato per amici e parenti la ricetta per i cookies in vaso, ed era stata un successone. Quest’anno ci ho voluto riprovare, ma non mi andava di riproporre qualcosa di dolce, non volevo fare la fotocopia di un lavoro già fatto…così mi sono lanciata sul salato.

Ho trovato quindi queste belle zuppe bio, un mix di cereali e legumi che si prestava benissimo a questo lavoro perché l’effetto cromatico era già molto gradevole in partenza, grazie ai diversi colori dei vari ingredienti (lenticchie rosse e verdi, fagioli borlotti, fagioli neri, etc etc).

Ho voluto cambiare anche il formato del vaso, utilizzando i vasetti Quattro Stagioni solitamente indicati per conservare sughi o succhi…un po’ in stile vecchia bottiglia del latte per intenderci.

Ho rivestito il coperchio con un pezzetto di tela e chiuso il tutto con il cordoncino rosso e oro che ormai avete visto e stravisto in questi ultimi articoli :)

infine ho legato al collo del vasetto la tag riportante la ricetta per la zuppa, ognuna decorata con un soggettivo diverso. Chissà se saranno così bravi come l’anno dei cookies, e prepareranno tutti la mia zuppa? :)

E’ tutto, corro a preparare la scopa per questa sera, mi aspetta una nottata di duro lavoro :P
Francesca

Ciao a tutti! Come è partito il nuovo anno? Spero bene..

Speriamo che questo 2017 porti la salute, solo e soprattutto salute, credo che sia l’unica cosa veramente importante e la migliore che ci si possa augurare…per tutto il resto in qualche modo ce la caviamo.

Continua la mia carrellata natalizia, stavolta con 2 diversi regalini che ho preparato, entrambi per amanti di dolcetti :)

Queste mini-ceste natalizie le ho fatte partendo dalle scatoline di cartone che si trovano abitualmente nelle confezioni delle merendine, hehe :)

io non ho fatto altro che ricoprirle con questa bella carta da pacchi Ikea grigia a pois bianchi, e poi mi sono sbizzarrita nel riempirle..

ho steso sulla base un po’ di “paglina” classica da ceste, e sopra ho adagiato le varie leccornie; alcune hanno come “regalo principale”dei sacchetti di biscottini fatti da me, altre dei mini pandorini o mini panettoncini, e poi tutt’intorno ho guarnito con torroncini e cioccolatini…

Questi invece sono dei sacchettini di biscotti che ho preparato per fare dei piccoli pensierini.

I biscottini all’interno sono di 2 tipi e sempre fatti da me (anche quest’anno sono riuscita a divertirmi un po’ in cucina, anche se in extremis), uno di pasta frolla alle nocciole e l’altro di grano saraceno e gocce di cioccolato.

Li ho confezionati in questi piccoli sacchetti per alimenti, e chiusi con un giro di washi tape natalizio, una timbrata e un pezzettino di nastro “handmade with love” perfetto per l’occasione :)

Anche per oggi basta, altrimenti ci inizia a salire la glicemia solo a guardare! :)

Ciaooo

Francesca