,

Battesimo di Emanuele: parte II

Bentornati nella seconda parte di racconto del battesimo di Emanuele!

La volta scorsa ci siamo salutati con un’anteprima di alcune girandoline che ora vi andrò a mostrare finite, e inoltre vedrete le bomboniere e altre decorazioni che avevo preparato per i tavoli del ristorante :)

img_5381Queste sono le girandole che nello scorso articolo avevate visto ancora nella loro fase iniziale, smontate dagli steli.

Ho per prima cosa relizzato tutte le girandoline, di 3 misure e in 3 colori diversi. Dovevano essere 8 vasetti da 3 girandole l’uno, quindi 24 in tutto.

Successivamente le ho combinate tra loro in modo da avere in ogni vaso una girandola grande, una media e una piccola, ma in modo tale da non ripetere lo stesso colore o fantasia.img_5383Una volta creati i gruppetti da 3 ho abbinato loro le cannucce che fungono da steli; sono le classiche cannucce dell’Ikea, quelle che si acquistano nei sacchettoni da 100 pezzi di 4 colori misti; io ho utilizzato quelle azzurre e quelle gialle, mettendole a contrasto rispetto alle girandole (girandole azzurre –> cannucce gialle, girandole gialle o verdi –> cannucce azzurre).

Infine ho preparato i vasetti…

img_5384Sono 8 vasetti di latta beige, che ho riempito con della spugna verde da fiori; ho poi infilzato le cannucce sfalsandole un po’ tra di loro, e infine ho nascoto la spugna da fiori incollandoci sopra tante striscioline di carta crespa verde, per fare un po’ un effetto “erba”; quest’ultima è stata forse la fase più lunga del lavoro delle girandole, perchè la carta crespa va dove vuole e non è semplicissimo attaccarla alla spugna!

La fatica però è stata tutto sommato ripagata, il risultato finale mi ha soddisfatto abbastanza :)img_5385Ma passiamo al secondo lavoro, un lavorone vista la quantità…le bomboniere!

La mamma di Emanuele ha acquistato da un apicoltore questi carinissimi vasettini di miele di acacia. Li abbiamo poi completati coprendo il coperchio con un pezzetto di tela legato da un cordoncino di cotone, al quale sopra è stato applicato il fiorellino contenente i 5 confetti.img_5387Il fiore di confetti è stato fatto con quei nastri di petali che si acquistano al metro, si riempiono con i confetti, e tirando il filo “sfilzettato” nel nastro si chiudono formando il fiorellino.

Per non usare troppo la colla a caldo a ridosso dei confetti, cosa che non mi piaceva tanto, ho usato il filo della coulisse una volta tirato e annodato, per cucire il fiore alla tela che copre il vasetto. E’ stata un’operazione un po’ lunga ma ho preferito così!

img_5386Infine sopra al fiore ho applicato queste bellissime apette di legno, stavolta dando una piccola goccia di colla a caldo direttamente sull’ape (qui era una cosa veramente irrisoria, non vedevo nessun rischio per i confetti).

Troppo carine queste api, erano davvero perfette da mettere lì sopra, non potevamo trovare di meglio!

Ecco quindi il nostro fiorellino di miele completato, che dite, l’idea è carina no? :)

img_5388E infine…con questo esperimento (devo dire ben riuscito visti tutti i complimenti ricevuti) chiudo la carrellata di oggi…

le mongolfiere centrotavola!

Le avevo viste su Pinterest e ce ne eravamo innamorate, così abbiamo pensato di farne dei centrotavola che contenessero delle noccioline americane da sgranocchiare durante il buffet.

L’idea è indubbiamente bella, ma c’è un piccolo ma…

non avevo mai realizzato niente del genere! L’assemblaggio mi sembrava tutto sommato abbastanza semplice, ma mi intimoriva il fatto che le vedevo come…non so come dire…dei giganti di argilla.

In effetti è così, sembravano molto fragili e da vuoel erano anche parecchio traballanti, ma una volta riempite di arachidi la base è diventata più pesante e sono diventate molto più stabili! Inoltre hanno retto al trasporto, alla festa, a tutti i curiosi che le toccavano e le prendevano in mano, non se ne è smontata o scollata una, sono arrivate integre a fine festa! Anzi, alcuni se le sono portate a casa per farle diventare dei paralumi/abat jour/lampadari o altre cose! :)

img_5390Ma veniamo al procedimento…abbiamo trovato in vivaio questi 4 cestini coprivaso che secondo me rappresentavano perfettamente il “cesto” della mongolfiera! Su Amazon poi ho comprato delle lanterne cinesi azzurre per fare il pallone aerostatico…in realtà l’idea iniziale era di farle con i palloncini, ma sull’argomento sono davvero ignorantissima, non sapevo se gonfiarli ad elio o meno, che palloncini usare, quanto tempo sarebbero rimasti gonfi…insomma non mi fidavo, per cui ho spinto per le più “sicure” lanterne cinesi, che tra l’altro devo dire che danno un aspetto molto più fine e chiccoso dei palloncini!

Ho incollato agli angoli dei cestini 4 spiedi di legno, quelli belli lunghi da spiedini e sopra vi ho adagiato le lanterne cinesi, fermando tutto con delle piccolissime gocce di colla a caldo.

img_5389Con il raso azzurro ho ricoperto gli spiedini arrotolandovi il nastrino a spirale, e facendolo passare sulla lanterna. Infine ho applicato tutt’intorno un nastro di pizzo e 4 fiocchettini nella circonferenza delle lanterne, e lo stesso nastro di pizzo a contrasto l’ho utilizzato nel bordo superiore dei cestini.

Ho rivestito infine l’interno dei cestini con la stessa carta crespa verde utilizzata nei vasetti delle girandole. Che dirvi, dal vivo facevano davvero un gran effetto, mi sono piaciute tantissimo e l’idea di realizzarle con le lanterne è stata secondo me vincente!

Voi che dite, vi piacciono? Provate a realizzarle per le vostre feste perchè sono davvero molto decorative, e lascerete tutti a bocca aperta per la loro particolarità :)

Anche per oggi è tutto, vi rimando al prossimo articolo per l’ultima puntata del battesimo :)

Francesca