, , , ,

Portafoto corso Helga

Ciao!

Il lavoro di oggi ci ha messo un po’ per venire alla luce, un po’ perchè le tecniche usate non sono per niente nelle mie corde, un po’ perchè non sapevo bene che uso farne ma non volevo “sprecarlo” per il solo desiderio di concluderlo velocemente…poi finalmente è arrivata l’occasione, una mia collega ha cambiato casa e quindi mi è sembrato l’oggetto giusto per farle un piccolo pensiero in occasione della sua casa nuova.img_2787.jpg

Questo progetto risale al 31 gennaio scorso, dove ad un meeting ASI Emilia Romagna la bravissima Helga ci ha proposto questo che in realtà doveva essere un minialbum…sono stata io successivamente a volerlo rendere un portafoto, per l’occasione.

img_2788.jpgLe tecniche sono nel classico stile d Helga, quindi abbiamo pastrocchiato tantissimo, con colori spray, distress, etc etc…tutte cose lontanissime dal mio modo abituale di scrappare, ecco perchè “non nelle mie corde”; questo però non significa che non mi sia divertita, non c’era un dito che non fosse imbrattato di colori, è stato un corso molto carino e con la solita pazienza, gentilezza e disponibilità che contraddistingue Helga.

img_2789.jpgMa veniamo a noi, come dicevo ho molto semplificato il progetto, riducendo quello che doveva essere un minialbum composto da varie pagine, in stoffa, tele e carta, a 2 sole pagine, 2 coppie di tele 15×20 che unite tra loro hanno formato questo portafoto utilizzabile da entrambi i lati.img_2791.jpgNon mi soffermo sulle tecniche usate per creare gli sfondi perchè non sarei in grado nè di spiegarle nè di replicarle :)

Per gli abbellimenti invece ho usato sia dei timbri e delle fustellate che ci aveva dato Helga (bellissime in particolare le 2 fustellate in gomma crepla nera “home sweet home” e “maison du bonheur”), sia dei miei timbri di una vecchia linea di Kesi’art.

img_2790.jpgEcco un collage con le 2 viste per intero del portafoto, da un lato e dall’altro! Non esiste un fronte e un retro in realtà, perchè entrambe le facciate sono utilizzabili allo stesso modo…così ogni tanto si può cambiare :)

Fuori uno da sopra la scrivania, finalmente! :)

Ciaooo

Francesca