,

Cards cards cards

2 articoli fa, parlando di una card fatta in occasione di un matrimonio (qui), vi avevo anticipato che la produzione non si era limitata a quella sola card… già che avevo fuori quel bel kit di carte glitterate e questo blocco di stickers qui sotto (della K&Company) comprati da Michaels a NY, mi sono lasciata prendere e ne ho sfornate un po’ :) Questi stickers mi piacciono tantissimo, sono in vellum quindi una volta attaccati se si è bravi a nascondere i bordi dello sticker sembra davvero una stampa diretta sulla carta, e non un adesivo! E poi mi piacciono le combinazioni di colori/font/frasi, sono un po’ diversi dalle solite!Questa è la prima che ho fatto, molto semplice (ma le altre lo saranno ancora di più), ho usato un’unica carta perchè lo sticker qui era piuttosto importante, penso che tutta l’attenzione debba ricadere su di lui, quindi il resto doveva essere abbastanza minimal…ho aggiunto giusto qualche strass e 3 giri di twine In questa e nella prossima card invece mi sono divertita a combinare tra loro 4 diverse carte, di 4 diversi colori, ma che assieme creano una palette molto gradevole e delicata. La fortuna finale è stata trovare quello sticker con gli stessi identici colori delle carte, soprattutto il verde!  Qui stessa cosa…in versione verticale :) Poi ho cambiato un po’, sono andata sul formato quadrato, che una volta a dire il vero era il mio preferito, adesso onestamente non più, sono tornata a preferire il rettangolare, mi sembra di riuscire a riempire meglio la “pagina”…

in foto forse non si riesce a vedere, ma mentre la carta marrone è normale, quella rosa è una fantasia tutta glitterata..molto carina

In questa card invece mi sono divertita a creare queste forme “a freccia”, dai ritagli avanzati dalle cards precedenti…le carte stavano bene tra loro per cui non è stato difficile creare la composizione!

E questa è l’ultima e si vede perchè forse manca un po’ di originalità, iniziavo ad essere stanca…ma la coda di rondine mi piace sempre, la metterei ovunque e mi tira fuori spesso dall’impiccio del “uffa, e qui adesso cosa ci metto?” :)

L’unica aggiunta è stata quella di una passamaneria beige per nascondere la giunzione delle 2 carte.

Basta per ora, ve le ho mostrate tutte; ma la voglia di fare card non mi è passata, quindi mi sa tanto che presto ne farò un’altra “infornata” :)

Ciao!

Francesca

, , , , , ,

Un anno

Ok, siete comodi? Bè se non lo siete mettetevici, perchè questo sarà un post davvero lungo! Si parte! :)01 partecipazioniHo ripreso ad aggiornare il blog solo da inizio 2015, quindi non avevo ancora avuto modo di pubblicare i lavori fatti per il mio matrimonio…

A questo punto tanto valeva attendere ancora un po’, e onorare il primo anniversario di matrimonio con un bell’articolo su FraCreazioni! E quindi eccoci qui, oggi io e Andrea festeggiamo un anno di matrimonio! :)IMG_8284.JPGMa partiamo dall’inizio…

Premetto che tutto ciò che abbiamo fatto lo abbiamo realizzato in 4 mesi, quindi poche cose e semplici…in corso d’opera mi venivano in mente un sacco di idee e quel che posso l’ho integrato, ma di cose belle ce ne sono a volontà e purtroppo ad ogni modo bisogna scegliere (oppure sposarsi una decina di volte per farle tutte)!

Molte volte in quei 4 mesi ci siamo sentiti dire “Ma come mai fate tutto in così poco tempo? Non potevate pensarci prima? Non potevate sposarvi più avanti?”…Ci siamo messi a preparare il matrimonio “solo” 4 mesi prima per il semplice fatto che non vedavamo il bisogno di farlo prima, e perchè nessuno dei 2 è il tipo a cui piaceva l’idea di comunicare/preparare/organizzare il matrimonio con larghissimo anticipo; inoltre nel nostro caso prima del matrimonio (e anche oltre, durante i preparativi) avevamo la casa da preparare non essendo già conviventi, quindi eravamo presi da lavori ben più consistenti e forse importanti, almeno per il lungo periodo…comunque ogni coppia di sposi ha la sua preferenza e il suo metodo, più o meno condivisibili ma sicuramente indiscutibili; sono e resterò sempre del parere che ognuno del prorio matrimonio deve fare ciò che vuole, e non ciò che fa piacere agli altri, dalla prima cosa all’ultima! Ad alcuni potrà sembrare un ragionamento un po’ egoistico ma è l’unico pensiero fisso che mi ha sempre accompagnato nei preparativi, e non ne sono affatto pentita :)

Detto ciò, partiamo dalla prima cosa che serve dopo una chiesa un prete e un ristorante…le partecipazioni :D

Definiti i colori del matrimonio, che per noi sono stati il lilla e il kraft, le partecipazioni sono ben presto venute alla luce…così:02 partecipazioni 02Un cartoncino color kraft con apertura a libro e la pattina a forma di graffa, racchiudeva 2 cartoncini, uno per l’invito alla cerimonia, incollato e quindi fisso, e l’altro per l’invito al ristorante, estraibile da una tasca ricavata sempre nel cartoncino kraft. Erano bianchi nella parte stampata e lilla metallizzato sul retro, lasciando il cartoncino lilla leggermente più grande perchè potesse creare un po’ di cornice intorno al bristol bianco.03 partecipazioni 03La stampa, nera e lilla era accompagnata da una timbrata  anch’essa lilla, fatta a rilievo con la polvere da embossing. Timbrare ed embossare il timbro è stato un lavoretto molto lungo, ma il disegno a rilievo ha tutto un’altro effetto rispetto ad una normale timbrata, era da fare! :)

Il timbro fa parte di un vecchio set della Aladine.

La partecipazione non aveva busta, il tutto era racchiuso da una fascetta fatta con un nastro di organza lilla e tenuto chiuso da un’altra timbrata tonda viola (sempre embossata) con degli uccellini e le nostre iniziali. Un timbro che mi sono fatta fare (insieme ad un altro che vedrete in uso più avanti) da una ditta trovata su internet, che con una cifra modestissima e il file di immagine fatto da te, ti spedisce a casa il timbro pronto da usare! Gran scoperta!04 lista nozzeNon abbiamo aggiunto molte informazioni nella partecipazione, perchè vi avevamo messo un QR code scansionabile da smartphone che ti portava direttamente ad un mini blog dove gli invitati potevano trovare tutte le info necessarie e i nostri contatti.

Per i meno tecnologici però, avevo previsto dei piccoli bigliettini (metà della metà di un A4, piegato a sua volta a metà…cos’è, un B5? Sono negata per i formati della carta :) ) con tutte le indicazioni per la lista nozze. I materiali sono gli stessi usati per le partecipazioni, unica differenza era il twine bianco e viola, che avevo usato per chiuderli al posto dell’organza che sarebbe risultata sproporzionata.05 regali testimoniSempre vedendo idee su internet e in parte sotto consiglio di un’amica che ci era già passata, ho voluto creare per i testimoni (che per noi erano solo 2) un piccolo kit, che integrasse sì il classico regalo che si usa fare, ma con l’aggiunta di qualcosa di originale e spiritoso.

Quindi i testimoni hanno trovato all’interno della loro borsina un mini pacchetto di fazzoletti, un pacchetto di gomme da masticare, il manuale del perfetto testimone degli sposi (grazie Sba per l’idea!) ed ovviamente il regalo. Il tutto decorato con carta kraft e pizzo bianco.06 chiesa Questa è l’unica cosa che non ho fatto io, o meglio, dove ho fatto solo da aiutante…l’allestimento floreale in chiesa! Ok qui non c’è niente by FraCreazioni, ma Giuliana ha fatto un lavoro troppo bello e non potevo non metterlo nell’articolo… :)06bis libretti chiesaSempre restando in chiesa però ci sono i libretti, e questi sì che ce li siamo fatti da soli!

Semplicissimi, formato A5 in modo da usare come copertita il solito cartoncino kraft (che avevo comprato in formato A4), rilegati con un nastrino di raso avorio.

Qui i timbri usati sono il nostro delle iniziali in copertina, e un bellissimo timbrino di Impronte d’autore della sua linea sposini, nella prima pagina.07 coni risoE appena dopo la chiesa cosa serve? Ma il riso naturalmente! Ok avevo esagerato un po’ a comprare 5 kg di riso, diciamo che un quasi 50% dopo è finito per diventare insalata e risotti :)

Il resto invece è andato a riempire questi conetti fatti con una tecnica simil-origami:08 coni riso 02Su internet si trovano ovunque dei tuorial per fare questi coni, sono molto semplici e velocissimi da fare!

Quello che ho fatto dopo è semplicemente impreziosirli con il timbrino in punta e un pezzo di washi tape nella parte ripiegata verso il basso. Ah unica nota, in mezzo al riso purtroppo non si vedono ma c’erano tante piccole farfalline di carta lilla metallizzata, ricavate con il punch di Martha Stewart, uno dei pochi che ho e che adoro!09 cuscinoOps, non è vero che i fiori sono l’unica cosa che non ho fatto io (e mentre sto scrivendo me ne stanno venendo in mente molte altre…hehe); questo cuscino per le fedi l’ho coprato su Etsy da una ragazza che con le sue mani crea questi veri e propri gioielli! Quando è arrivato il pacchetto, dall’Ucraina, non stavo nella pelle, volevo vederlo dal vivo ero troppo impaziente! Un po’ rustico e un po’ romantico con quel mix di tela grezza e pizzo mi è piaciuto subito, l’ho ordinato e quando è arrivato mi sono convinta ancora di più che era proprio perfetto per il nostro matrimonio!11 sala vuotaMa passiamo al ristorante, che ci siamo allestiti noi…ricordo ancora il giorno prima del matrimonio, fino alle 11 di sera al ristorante a finire tutti gli addobbi, è stato stancantissimo ma anche troppo divertente, lo rifarei mille volte, anche solo per la soddisfazione di vedere il risultato finale nato dalle tue mani…che poi è forse il motivo che continua ad appassionarmi nei miei hobby, vedere qualcosa fatto da te, che nasce dal tuo lavoro e dalle tue mani :)

Le cassette da frutta tinte di bianco sono molto shabby e ormai molto di moda nei matrimoni ma non solo, spesso si vedono anche nelle vetrine dei negozi o come arredo un po’ rustico…ma trovarle a 1 euro l’una da un contadino che altrimenti le buttava via è stato un gran colpo di fortuna!!! Ok, non erano già belle bianche e pronte, erano grezze e sporche, ce le siamo dovute sistemare noi…anzi lui ^_^ qui Andrea ha inforcato l’aureola e ci ha pensato lui, è stato proprio bravo :)

Le cassette, che all’andata e al ritorno erano piene stipate di ogni cosa, sono servite per un piccolo allestimento che vedrete un po’ più giù…per ora mi soffermo sui pom pon :)10 pom ponAdoro i pom pon di carta velina, mi sembrava di averne fatti tanti…quando io e Stefania (alias SteCreazioni, che più avanti ringrazierò) quel pomeriggio ci siamo messe ad aprirli tutti mi sembrava di non finire più, eppure una volta montati mi sembravano pochissimi! :(

Ma ormai era fatta, e va bene così, hanno comunque fatto la loro figura; per i pom pon è proprio il caso di dire poca spesa molta resa…se si fanno da zero. In circolazione ci sono anche dei kit già pretagliati dove devi solo aprire il pom pon, ma hanno dei prezzi allucinanti se si pensa che è solo un po’ di carta velina! Tagliarli in fin dei conti è il lavoro minore, ben più grande è quello di aprirli, quindi tanto vale comprare i fogli di carta velina e farseli da soli!12 menu 01Per i tavoli magistralmente apparecchiati dai ragazzi del Cardello, ho provveduto a preparare questi menu-segnaposto. Dico menu-segnaposto solo perchè abbiamo fatto la scelta di metterne uno a testa e non uno per tavolo, così che chi avesse voluto poteva portarselo a casa per ricordo, visto che c’era anche qualche ramettino di lavanda infilato; ma in realtà di segnaposto non hanno nient’altro perchè non erano “nominativi”…13 menu 02Li ho fatti sempre con il solito cartoncino kraft (ne avevo comprato un tot :D ); ho stampato il testo nella metà più bassa del cartoncino, e creato 2 tagli sopra e sotto dove poter infilare i rametti di lavanda.14 menu 03Eccoli nell’apparecchiatura, nella sua destinazione finale sopra al tovagliolo!13bis tavolo sposiEd ecco il primo tavolo, quello degli sposi…il tavolo Lavanda :)

I tavoli sono stati contrassegnati ciascuno dal nome di una pianta aromatica…la scelta del tema è venuta da sè, non poteva essere altro!

In primo luogo perchè io amo le piante aromatiche e ho una passione/mania per tutto ciò che è rimedi naturali/proprietà curative delle piante, loro significato, etc…fissa che in parte in questi anni ho un pochino trasmesso anche ad Andrea, che quindi mi ha approvato il tema; in secondo luogo perchè il Cardello, dove abbiamo organizzato il ricevimento, ha una cucina caratterizzata da una forte presenza delle erbe officinali per via del luogo in cui si trova…e infine appunto, perchè eravamo a Casola Valsenio, il paese delle erbe e delle piante officinali per eccellenza :)

Ogni tavolo quindi, compreso il nostro, era addobbato con la piantina da cui prendeva il nome, insieme ad una cornice di legno bianca e a un piccolo candeliere.15 sala01Ecco la sala finita e pronta per il grande giorno…è tardi ma le forze per una foto del nostro lavoro finito ci sono perchè è doveroso farla! Spegnamo tutto e di corsa a dormire…buonanotteee… :)16 bouquet 01Siamo arrivati al gran giorno! E non per sminuire le altre cose, perchè tutto quello che abbiamo fatto/scelto mi è piaciuto tanto, ma per questo capolavoro occorre una menzione speciale…il BOUQUET!

Sapevo già da prima di sposarmi che nel caso avrei chiesto a Stefania (SteCreazioni) di farmi un bouquet di fiori finti…non avevo dubbi :) un po’ perchè avevo già visto sul suo blog un bouquet fatto da lei per una sposa e me ne ero innamorata, e un po’ perchè mi piaceva il pensiero di poter avere il mio bouquet per sempre inalterato da conservare come ricordo, senza avere in casa un coso rinsecchito che al solo sfioro va in mille briciole.

Gliel’ho chiesto e lei non si è tirata indietro, ha accettato di farmelo! Così un giorno sono andata a trovarla a casa sua e abbiamo parlato del bouquet e buttato giù un po’ di altre idee…già perchè non si è limitata a farmi il bouquet, ma è stata anche una preziosissima fonte di consigli e ispirazioni, oltre che una mano santa il giorno prima del matrimonio ad aiutarmi nell’allestimento…e non la ringrazierò mai abbastanza!17 bouquet 02Ma tornando al bouquet…in realtà non c’è stato molto da dire, una volta definiti i colori che volevo fossero gli stessi del matrimonio, quindi lilla e kraft, in tutto il resto ha avuto carta bianca come è giusto che fosse, ero tranquillissima delle sue capacità e sapevo che avrebbe fatto un lavoro meraviglioso.

Ancora adesso ogni tanto mi fermo un attimo ad ammirarlo perchè è davvero incredibile con quale cura abbia costruito i fiori, così particolareggiati e in un perfetto equilibrio tra la somiglianza al vero e l’estro del “finto”; e anche il mix di colori, ai quali si è aggiunto rispetto ai colori del matrimonio il verde, è delicatissimo e perfettamente bilanciato.18 fiori capelliNon contenta le ho chiesto se sulla falsariga dei fiorellini viola del bouquet poteva farmi qualcosa per i capelli, e quindi eccoli qui…sono sempre gli stessi ma con aggiunta di qualche cristallo rosa che dà la giusta luce al tutto, altrimenti trattandosi di fiorellini di feltro sarebbero risultati troppo spenti.

Non contenta 2 alla riscossa, Stefania ci ha fatto la sorpresa di 2 bellissime bottoniere coordinate, una per lo sposo e una per il testimone. Che dire, non potevo chiedere di meglio!

Grazie ancora!19 bannerPer la macchina ho voluto qualcosa di semplice, avevo comprato un rotolone di striscia di tulle viola, alta circa 15 cm, e con quella mi sono divertita a decorarla con nastri e passaggi vari, oltre alla composizione di fiori freschi fatta dalla fioraia sul cofano.

Dopo la cerimonia, una volta sposati, ho sfoderato questo bannerino “Just Married” fatto da me; da un pezzo di tela tipo juta ho ritagliato tutte le bandierine, dipinto con dell’acrilico bianco una lettera in ogni bandierina con la tecnica dello stencil, cucito il tutto unendo i pezzi con il mio bel nastro di pizzo e infilato il cordoncino di cotone per fissarlo.

Nel tragitto ogni tanto mi giravo per controllare la situazione, avevo paura che lo perdessimo per strada! Ma per fortuna non è stato così :)20 tableauRiecco le cassette della frutta! Le ricordate? Ecco a cosa servivano… questo era il nostro tableau, posizionato all’aperto accanto all’ingresso della sala :)

Avevamo composto questa pila disordinata di cassette, dentro le quali sono andata a posizionare le piantine dei tavoli e delle candeline qua è là.21 tavoli 01Per ogni tavolo ho stampato la lista dei nomi, creato dei cartellini (sempre utilizzando gli stessi materiali di partecipazioni & c.) che ho poi infilzato nella terra del vaso applicandoli ad un bastoncino di legno.22 sala02Per i vasi, sia quelli del tableau che quelli sui tavoli, ho creato delle vestine rapidissime (e qui devo di nuovo ringraziare Stefania per il lampo di genio) strappando la stessa tela usata per il banner in tanti rettangoli, e chiusi a sacchetto con la colla a caldo. Era tardi, la stoffa non era tanta, non avevamo nè li tempo nè la possibilità di metterci a cucire, e lei ha trovato questo sistema che in quattro e quattr’otto ci ha permesso di realizzare 20 sacchettini perfetti per quello che dovevamo fare!

Per abbellirli un giro di pizzo chiuso con un fiocco (questo pizzo mi ha salvato in un sacco di lavori, tanto che è diventato un mio must nello scaffale delle mie cianfrusaglie…mai più senza!).

Sui tavoli inoltre c’era una cornice che riportava il nome della pianta e una piccola descrizione con le sue proprietà benefiche e il significato, e un piccolo candeliere in ferro bianco traforato con dentro una candelina :)23 sala03Ecco la sala che si sta popolando, e un dettaglio del “centrotavola”, se così si può chiamare :)24 confettata 01Per i golosi…la confettata! Il negozio dove ho comprato i confetti mi ha gentilmente messo a disposizione i vasi che preferivo, io ho scelto lo stile vecchio vaso da farmacia perchè sono tra i miei preferiti (ho una passione per vasi e vasetti di vetro!); di mio ho aggiunto un’alzata da torta con delle piccole meringhette leggermente marroncine perchè aromatizzate al cioccolato, mentre in un altro vaso c’erano delle meringhette bianche e in un’altro ancora i tradizionali ciambellini degli sposi.25 confettata02In alcuni vasi ho decorato il coperchio con l’aggiunta di alcuni fiori fatti da Stefania come test per il bouquet, e che quindi erano rimasti spaiati…il tavolino era lì, nella sala, ed è stata una fortuna perchè era un tavolino antico che si addiceva un sacco all’occasione; sopra ho messo in maniera causale dei grandi centri di mia mamma all’uncinetto, i vasi con le goloserie, e spolverato qua e là dei petali lilla finti e delle candeline.26 tortaEcco la splendida torta…qui non ho fatto niente, a parte comprare le 2 spille che poi sono state messe nei 2 fiocchi :)27 guestbookE lo stesso posso dire di questo, il guestbook! Sempre su Etsy ho trovato un venditore americano che stampa su ordinazione questi libri degli ospiti molto alternativi, noi non abbiamo fatto altro che scegliere i colori e racchiuderlo in una cornice bianca alla quale ora abbiamo aggiunto il vetro e appeso in craft room, sulla parete lilla…ci sta perfetto :D28 sacchettini confettiUn po’ per mancanza di tempo e un po’ perchè non sono un’amante dei prendipolvere, ho preparato questi sacchettini di confetti al posto di una più tradizionale bomboniera.

Trattasi di sacchettini kraft che ho decorato con dei washi tape (santi washi, che comodità!) e uno dei 2 timbrini personalizzati che ci siamo fatti fare.29 sacchettini confetti 02La chiusura è data da un piccolo stecco di legno decorato con gli stessi washi, e infilato in 2 taglietti fatti nel sacchetto.30 card ringraziamento01Ci sarebbero stati anche dei biglietti di ringraziamento, in teoria…dico in teoria perchè a parte uno o 2 casi, li ho ancora tutti in casa, mai scritti e mai consegnati…che vergogna :(

Il formato è un A5 piegato a metà, con dentro una foto di gruppo scattata quel giorno e fuori l’ormai solito timbrino con le iniziali.IMG_8292.JPGBah…mi sarò ricordata tutto? Non ne sono certa, qualcosa mi sarà per forza sfuggito…ma sicuramente vi siete fatti un bel tour di quello che abbiamo fatto e quello che è stato il nostro 24 Maggio 2014! Non posso non chiudere l’articolo con la mia mamy e la mia Dolly…e ovviamente con mio marito, che devo sempre ringraziare perchè anche in questo frangente non mi ha detto mai di no, mi ha appoggiato sempre in tutte le mie opere più o meno folli, prestandosi e facendo del suo meglio anche in cose che non gli competono! :)noi chiesaAuguri a noi! <3

Ciao e grazie…anzi complimenti per essere arrivati in fondo!!! :)

Francesca

, ,

Card per un matrimonio

Meno male, stavolta non è una torta…altrimenti chiudereste la pagina senza nemmeno continuare a leggere! :)

Scherzo…rimaniamo sempre in tema di cerimonie, ma oggi si tratta di una card che mi è stata chiesta per un matrimonio.

Non sapevo il colore scelto dagli sposi quindi avevo piena libertà, così ho optato per dei toni delicati ma un po’ particolari, perchè ho deciso di usare un kit di carte molto belle che ho lì da tempo ma che difficilmente riesco ad usare perchè un po’ “eleganti”.

La card in sè è molto semplice, sono 2 carte abbinate tra loro, la tinta unita è metalizzata (e fa parte di un altro kit), mentre quella fantasia in foto non si vede ma è glitterata.

Sulla giuntura delle 2 carte ho messo un nastro in raso color panna chiuso con un fiocco, e in basso un sentiment adesivo con gli auguri.

All’interno non l’ho fotografata (come al solito!) ma ho creato con la stessa carta a fiori dell’esterno una piccola tasca che ospiterà il regalo.

Questo è il kit di carte che vi dicevo, è molto bello perchè contiene alcune carte glitterate, e alcune più semplici ma double face, quindi alla fine si possono fare davvero un sacco di abbinamenti diversi…infatti dopo questa card mi sono fatta prendere e mi sono divertita a sfornarne ben altre 6 (che vi farò vedere prossimamente…vista l’ora tarda alla quale le ho finite ho rimandato le foto ad un altro momento, magari con la luce naturale del giorno).

Guardacaso questo articolo su un matrimonio è capitato proprio questa settimana, la settimana del mio primo anniversario di matrimonio (sarà domenica)! :)

Quindi la prossima volta direi che è il caso che finalmente io scriva un articolo sui lavori con i quali, esattamente un anno fa, ero freneticamente alle prese :)

Ciaooo!

, , , ,

Altro giro altra torta

Eccoci qua…a conferma della mia teoria sulle torte di pannolini, e cioè che quando arrivano da fare arrivano sempre a frotte…eccone un’altra :)

No dai, in realtà c’è anche da dire che questo è il periodo delle cerimonie, quindi è anche un po’ più denso di battesimi…

Questa volta però è per una femminuccia, almeno abbiamo cambiato leggermente! :)

IMG_8098.JPGAngeline…un nome così delicato mi ha ispirato a tagliare con la Cameo la mia abituale scritta di benvenuto con un font che ancora non avevo testato per il taglio, un bel corsivo non elegante ma nemmeno troppo bambinesco; per chi fosse interessato, il font si chiama “Always in my heart” e l’ho scaricato da Dafont.com come sempre…adoro questo sito perchè è una fonte inesauribile per qualsiasi necessità.

IMG_8101.JPGAnzichè il solito raso ho voluto cambiare un po’ ed usare un nastro di organza sfumato che ho in casa da tempo ma non ricordo dove l’ho trovato. E’ risultato un po’ meno classico ma comunque molto carino

IMG_8100.JPG

Oltre alle scritte di benvenuto ho tagliato nello stesso Bazzil fucsia una piccola staccionata con fiori e uccellini; è un file che ho appena comprato sul Design Store della Silhouette ed ero impaziente di provarlo dal vivo perchè mi piace molto.

Ho anche aggiunto una farfallina 3D, un vecchio sticker di Stamperia che guardacaso si abbinava perfettamente ai colori usati.

IMG_8099.JPGAnche con la card ho voluto cambiare, e anzichè la solita tutina ho fatto una sorta di ghiacciolo mordicchiato, un lavoro che avevo già fatto molto tempo fa per degli inviti ad un battesimo, e ho riproposto come card per la torta dato che stiamo andando verso la bella stagione e quindi tutto sommato è adatto :)

Per ora è tutto, a presto, spero non con un’altra torta, hehe! :)

Francesca

, , ,

Arrivano le fatine dei capelli!

Ciao! Oggi vi mostro delle mollette per capelli che ho preparato per una conoscente che vuole regalarle a sua figlia e alle amichette. Gliene avevo già preparate altre un po’ di tempo fa, ma sono piaciute tanto e quindi me ne ha chieste altre :)

Stavolta quindi oltre alle mollette, che sono le mie ormai già collaudate, decorate con il pannolenci, ho studiato anche una piccola confezione carina sia a lei per poterle regalare, che successivamente per conservarle.

E parto proprio da qui, dalla confezione; è molto semplice, ho fatto una normale matchbox, e per far sì che si chiuda ho praticato 2 “scanalature” (non so come chiamarle) nel lembo piccolo con la Envelope Punch Board (grande attrezzo!), in modo che il lembo grande si incastri nei 2 scassi e resti chiuso.

IMG_8059.JPGHo decorato esternamene con un washi tape rosa a fiorellini e timbrato una fatina di Impronte d’Autore (ecco perchè le fatine dei capelli), infine ho completato con degli strass e un bannerino dove si può scrivere il nome della destinataria delle spille :)

All’interno ho incollato un cartoncino con la scritta “a little something for you” dove ho praticato 2 taglietti per infilare le spille. Ho trovato il pdf di questi cartoncini su Pinterest e l’ho sfruttato, perchè la misura era proprio perfetta per questo lavoro!
IMG_8060.JPGPer le spille ho giocato con vari colori cercando di rimanere su dei toni primaverili; al centro questa volta anzichè i soliti bottoni ho usato dei fermacampioni a forma di fiorellino; in questo modo le spille sono state anche più veloci da realizzare perchè ho dovuto cucire di meno.

IMG_8061.JPG A completare la decorazione le spillette in sè, che già di suo erano colorate, chi a righe chi a fiori, e io ho solo cercato nel limite del possibile di abbinarle ai colori del pannolenci! :)

A presto! :)

Francesca